giovedì 08 dicembre | 21:46
pubblicato il 21/feb/2014 21:28

Governo: Renzi attento a equilibri maggioranza e ad 'anime' Pd

Governo: Renzi attento a equilibri maggioranza e ad 'anime' Pd

(ASCA) - Roma, 21 feb 2014 - Un governo rispettoso degli equilibri governativi e nello stesso tempo attento alle 'correnti' del Pd. E' questa la prima fotografia che puo' farsi del neonato esecutivo Renzi, che ha preso vita oggi al Quirinale, dopo tre ore di incontro tra il premier incaricato e il Capo dello Stato, Giorgio Napolitano. La lunghezza del colloquio ed un provato Renzi - si presenta ai giornalisti uscendo dallo Studio alla Vetrata visibilmente stanco e con la voce affaticata - indicano come evidentemente equilibrare le intenzioni del premier con le richieste delle forze pronte a sostenere il suo governo non debba essere stato facile. Il quadro che si presenta alla fine racconta di 8 ministri Pd, 3 Ncd, uno ciascuno Sc e Udc, e 3 tecnici. Il partito di Angelino Alfano puo' sicuramente cantare vittoria perche' ha portato a casa la conferma delle tre caselle ministeriali richieste, a partire dal Viminale dello stesso ex segretario del Pdl per arrivare a Maurizio Lupi e Beatrice Lorenzin.

Scelta Civica ottiene l'Istruzione con Stefania Giannini, mentre l'Udc copre la casella dell'Ambiente con Gianluca Galletti. Rimane fuori Popolari per l'Italia di Mario Mauro che decidera' lunedi', in sede di dibattito sulla fiducia, se appoggiare o meno il nuovo esecutivo.

Renzi non ha pero' tenuto conto solo delle necessarie e naturali intese con altri partiti per ottenere il sostegno al governo. L'impegno dell'ex sindaco di Firenze ha considerato anche le diverse anime del Pd, alla fine tutte rappresentate nell'esecutivo. A partire dai civatiani, che vedono agli Affari Regionali Maria Carmela Lanzetta, gia' capolista della lista Civati nel collegio di Vibo Valentia. Anche i cosiddetti 'giovani turchi' hanno il loro rappresentante, e anche di peso, con Andrea Orlando che passa dall'Ambiene alla Giustizia. L'area bersaniana e' rappresentata dal ministro dell'Agricoltura Maurizio Martina mentre puo' essere collocato fra i dalemiani, ancorche' tecnico, il ministro dell'Economia Pier Carlo Padoan. Il ministro della Pubblica amministrazione, Marianna Madia, puo' essere inserita in quota Veltroni. Areadem raccoglie tre ministeri con Dario Franceschini (Cultura), Roberta Pinotti (Difesa) e Federica Mogherini (Esteri). Infine i renziani che - oltre ad avere la poltrona piu' alta con lo stesso Renzi - ottengono il principale sottosegretario alla Presidenza del Consiglio, Graziano Delrio, e il ministero delle Riforme con Maria Elena Boschi.

fdv/vlm

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Governo
Pontassieve riaccoglie Renzi: "non molli ora, deve andare avanti"
Governo
Mattarella apre consultazioni,l'arbitro silente debutta in campo
Governo
Crisi, Grillo: elezioni subito senza scuse, legge elettorale c'è
Governo
Renzi domani torna a Roma, oggi pranzo dal padre e poi a Messa
Altre sezioni
Salute e Benessere
Orecchie a sventola, clip rivoluziona intervento chirurgico
Enogastronomia
Domenica 11 dicembre Cantine aperte a Natale
Turismo
Con Volagratis Capodanno low cost da Parigi al Mar Rosso
Lifestyle
Giochi, Agimeg: nel 2016 raccolta supera i 94 miliardi (+7,3%)
Moda
Per Herno nuovo flagship store a Seoul
Sostenibilità
Roma, domani al via la terza "Isola della sostenibilità"
Efficienza energetica
Natale 2016, focus risparmio energetico e trionfo regalo Hi-tech
Scienza e Innovazione
Ricerca, da 2018 l'ERC tornerà a finanziare team multidisciplinari
Motori
Nuova Leon Cupra, più potenza e migliori prestazioni