martedì 06 dicembre | 01:52
pubblicato il 28/nov/2013 20:27

Governo: Quirinale a FI, fara' un passaggio parlamentare

Governo: Quirinale a FI, fara' un passaggio parlamentare

(ASCA) - Roma, 28 nov - Nell'incontro con la delegazione parlamentare di Forza Italia il Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano ha chiarito che ci sara' senza dubbio un passaggio parlamentare che segni la discontinuita' politica tra il governo delle larghe intese e il governo che ha ricevuto la fiducia sulle legge di stabilita'. E' quanto si apprende dall'ufficio stampa del Quirinale che chiarisce che le forme e i tempi di tale passaggio saranno oggetto di una consultazione del Presidente della Repubblica con il Presidente del Consiglio.

Forza Italia ha chiesto al Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano l'apertura formale della crisi di governo, sostenendo che la fiducia ottenuta dall'esecutivo guidato da Enrico Letta sulla legge di stabilita' non e' sufficiente a mantenre in piedi il governo dopo il passaggio di Forza Italia all'opposizione. E' quanto si legge in una nota di Forza Italia diffusa al termine del colloquio che questo pomeriggio una delegazione del partito ha avuto con il Capo dello Stato. Nel colloquio la delegazione azzurra, si legge nella nota, ''ha manifestato al presidente della Repubblica la necessita' di un'apertura formale della crisi di governo, con le dimissioni del presidente del Consiglio, Enrico Letta, nelle mani del Capo dello Stato, per affrontare in Parlamento la nuova situazione che scaturisce dalla fine del governo delle larghe intese. La piattaforma politico programmatica che era alla base della costituzione del governo di larghe intese aveva la stessa maggioranza con cui si era avviato in Parlamento il percorso delle riforme istituzionali. Un processo di discontinuita' che coinvolge l'esistenza del governo non puo' non avere lo stesso tipo di influenza per quanto riguarda l'iter delle riforme''. Per gli esponenti di Forza Italia il contesto che si e' realizzato, con il loro passaggio all'opposizione, ''non puo' essere archiviato con la fiducia ottenuta al Senato dal governo sulla legge di stabilita'. Un voto su un singolo provvedimento, seppur importante, non puo' bastare a decretare la fine di una grande coalizione e la nascita di qualcosa che con quel progetto politico non ha nulla a che vedere''. ''Napolitano e Letta devono prendere atto che il governo e' di centrosinistra'' e che ''quello delle larghe intese non c'e' piu'''. e' quato poi afferma il capogruppo di Forza Italia alla Camera, Renato Brunetta. ''Abbiamo chiesto le dimissioni del presidente del Consiglio - dice Brunetta - e cioe' che Letta, dopo l'uscita dalla maggioranza di Forza Italia, che ricordiamo era il partner piu' importante della maggioranza di governo, si presenti dimissionario alle Camere dopo un ovvio e doveroso passaggio presso il presidente della Repubblica''. fdv

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Riforme
Referendum, Renzi: ho perso io e mi dimetto, ma senza rimorsi
Riforme
Referendum, affluenza finale 68,48%. Si è votato di più al Nord
Riforme
M5s, Lega e Fdi chiedono voto. Fi vuole tavolo legge elettorale
Riforme
Italicum a rischio, è già dibattito sulla nuova legge elettorale
Altre sezioni
Salute e Benessere
Diabete, arriva in Italia penna con concentrazione doppia insulina

Roma, 5 dic. (askanews) - Un'iniezione "morbida", più facile, e una penna con il doppio delle unità di insulina disponibili per ridurre il numero di device da gestire: un...

Enogastronomia
Festa a Roma con Heinz Beck per i 30 anni del Gambero Rosso
Turismo
Eden Travel Group, il SalvaVacanza spinge l'advance booking
Lifestyle
Giochi, Agimeg: nel 2016 raccolta supera i 94 miliardi (+7,3%)
Moda
Gli angeli sexy di Victoria's Secret sfilano a Parigi
Sostenibilità
Smart City, modello Milano grazie a ruolo utilities
Efficienza energetica
Pesticidi: una minaccia per le api, colpito anche l'olfatto
Scienza e Innovazione
Spazio, nuovo successo per il razzo italiano Vega
Motori
Audi A3 compie 20 anni, 3 generazioni e 4 milioni di esemplari