mercoledì 22 febbraio | 03:31
pubblicato il 21/ott/2013 09:27

Governo: Quagliariello, niente minacce crisi. Mancano numeri(Messaggero)

Governo: Quagliariello, niente minacce crisi. Mancano numeri(Messaggero)

(ASCA) - Roma, 21 ott - ''Da mercoledi' 2 ottobre, giorno della fiducia a Letta, non si torna indietro''. Ne e' certo il ministro delle Riforme, Gaetano Quagliariello, il quale, in un'intervista al quotidiano 'Il messaggero', aggiunge: ''Se qualcuno puntasse di nuovo alla crisi, si ritroverebbe gli stessi numeri a favore dell'esecutivo. Anzi: forse anche qualcuno in piu'''. ''Se il centrodestra vuole tornare a vincere deve andare da Alfano a Casini, con Silvio capo carismatico e Angelino alla guida del partito'', sostiene Quagliariello. ''Il Paese pretende che si faccia di piu'. Nel contempo, pero', se si domanda se il governo debba andare avanti, una larga maggioranza dei cittadini risponde di si''', osserva Quagliariello.

Sulla spaccatura di Scelta civica il ministro dichiara: ''Quel che sta accadendo in Scelta Civica e' una grande opportunita' da cogliere. Partendo dalle scelte concrete di governo''.

sgr/sam/alf

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Pd
Pd nomina commissione congresso, Emiliano si candida a primarie
Consip
Di Maio: Renzi vuoti il sacco su donazione da Alfredo Romeo
Pd
Pd, Prodi: la scissione è un suicidio, non posso rassegnarmi
Pd
Pd, Emiliano: non faccio a Renzi il favore della scissione
Altre sezioni
Salute e Benessere
Percorso rapido per emergenze al Fatebenefratelli Roma
Motori
Man lancia due iniziative per salute e sicurezza degli autisti
Enogastronomia
Peroni Senza Glutine sul podio del World Gluten Free Beer Award
Turismo
Lourdes, destinazione turistica a 360 gradi
Energia e Ambiente
Energia, nanosfere di silicio per finestre fotovoltaiche economiche
Moda
Il business della Moda porta a Milano 1,7 miliardi al mese
Scienza e Innovazione
Elicotteri italiani AW-139 in Pakistan, nuovo ordine per Leonardo
TechnoFun
Eutelsat a quota 1000 canali HD trasmessi su propria flotta
Sistema Trasporti
Il mondo in coda: strade sempre più trafficate, anche in Italia