mercoledì 22 febbraio | 05:10
pubblicato il 15/feb/2014 19:48

Governo: Prodi, Renzi? Attendo curioso

Governo: Prodi, Renzi? Attendo curioso

(ASCA) - Roma, 15 feb 2014 - ''Mi sento piu' curioso, piu' attento e c'e' anche un'attesa, ecco. Un'attesa. La tranquillita' e' un'altra cosa. Viene dopo che si sono sperimentate le cose''. Lo afferma Romano Prodi, in merito al governo che prendera' forma nei prossimi giorni, in un'intervista alla trasmissione Ballaro' in onda domani, domenica, alle 21.05 su Rai3. ''C'e' bisogno di aver il senso della velocita' con cui le cose vanno nel mondo - aggiunge Prodi -, che noi non abbiamo. Cioe' abbiamo quest'idea che in fondo possediamo una cultura, un passato, che siamo piu' bravi degli altri, mentre invece la sfida e' durissima. Qui ci deve essere una serie di procedure, di leggi, per cui ci sono persone che decidono e non c'e' bisogno che quarantamila persone insieme decidano, non c'e' bisogno che per fare una cosa ci debba essere la Regione, il Comune, la Provincia, lo Stato.... Cosa voglio dire: decidere e' uguale a res-pon-sa-bi-li-ta' del singolo''. com-sgr/sam/

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Pd
Pd nomina commissione congresso, Emiliano si candida a primarie
Consip
Di Maio: Renzi vuoti il sacco su donazione da Alfredo Romeo
Pd
Pd, Prodi: la scissione è un suicidio, non posso rassegnarmi
Pd
Pd, Emiliano: non faccio a Renzi il favore della scissione
Altre sezioni
Salute e Benessere
Percorso rapido per emergenze al Fatebenefratelli Roma
Motori
Man lancia due iniziative per salute e sicurezza degli autisti
Enogastronomia
Peroni Senza Glutine sul podio del World Gluten Free Beer Award
Turismo
Lourdes, destinazione turistica a 360 gradi
Energia e Ambiente
Energia, nanosfere di silicio per finestre fotovoltaiche economiche
Moda
Il business della Moda porta a Milano 1,7 miliardi al mese
Scienza e Innovazione
Elicotteri italiani AW-139 in Pakistan, nuovo ordine per Leonardo
TechnoFun
Eutelsat a quota 1000 canali HD trasmessi su propria flotta
Sistema Trasporti
Il mondo in coda: strade sempre più trafficate, anche in Italia