venerdì 20 gennaio | 15:49
pubblicato il 10/nov/2011 05:10

Governo/ Pdl apre a larghe intese, Berlusconi si dimetterà sabato

Alfano: Monti? Berlusconi ha apprezzato Napolitano.

Governo/ Pdl apre a larghe intese, Berlusconi si dimetterà sabato

Roma, 10 nov. (askanews) - Il presidente del Consiglio Silvio Berlusconi "ha apprezzato e valutato positivamente il comunicato del presidente della Repubblica sui tempi della crisi" e quanto alla disponibilità del Pdl a sostenere un governo Monti di larghe intese, "a me risulta che Silvio Berlusconi sia stato il Presidente del Consiglio che ha nominato Monti alla Ue ed ha controfirmato la sua nomina a senatore a vita". Lo ha detto il segretario del Pdl Angelino Alfano, ospite su Raiuno a Primissima da Bruno Vespa. "Berlusconi si dimetterà sabato, immediatamente dopo il varo della legge di stabilità. E io andrò al Quirinale appena chiamato: tutto si concluderà fra domenica e lunedì. Non c'è da aspettare - ha detto ancora Alfano- molto tempo. Ma in queste ore noi non ci sovrapporremo alle determinazioni del presidente della Repubblica". L'apertura al governo Monti o comunque a un esecutivo di larghe intese era nell'aria del vertice di ieri sera a palazzo Grazioli. Il Pdl si presenta come una polveriera. L'uscita di Maurizio Lupi e quanto sostenuto nemmeno troppo riservatamente da big del calibro di Cicchitto e Frattini lasciavano pensare che Berlusconi affrontasse il bivio Monti senza preclusioni. In giornata nel corso di una riunione fiume alla Camera, Alfano aveva dovuto registrare forti perplessità di alcuni ministri, come Gelmini, Romani e Meloni (al pari della Dc di Rotondi e di Andrea Ronchi), all'idea Monti. Favorevoli, invece, Fitto e Frattini, Lupi e altri ex socialisti. Se dovesse spuntarla Mario Monti, potrebbe avvalersi della collaborazione di Giuliano Amato (c'è chi addirittura l'ha proposto per il ruolo di premier con Monti al Tesoro). Nella squadra, secondo rumors terzopolisti, potrebbe entrare anche Saccomanni. E per il ruolo di vicepremier Gianni Letta sarebbe in pole insieme a Franco Frattini. Due 'garanti' politici del presidente del Consiglio, che secondo i più ottimisti avrebbe già ottenuto sul futuro rassicurazioni in grado di non rendere l'uscita da Palazzo Chigi troppo traumatica.

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Pd
Pd, correnti in tensione su voto subito e leadership Renzi
Terremoto
M5s cancella mobilitazione giorno decisione Consulta su Italicum
Craxi
Berlusconi: mi manca Craxi, è stato vittima di un golpe
Governo
Prodi da Gentiloni a Palazzo Chigi, incontro di un'ora
Altre sezioni
Salute e Benessere
Asma e Bpco, 15% italiani soffre malattie respiratorie persistenti
Motori
Moto, Ducati e Diesel insieme per una Diavel post-apocalittica
Enogastronomia
Formaggi, yogurt, mozzarelle: ora obbligatorio indicare l'origine dellatte
Turismo
Via in Uruguay i 40 giorni del carnevale, il più lungo del mondo
Energia e Ambiente
Pericolo estinzione per il 60% di tutte le specie di primati
Moda
Moda, dopo Milano Brandamour apre uno show room anche a New York
Scienza e Innovazione
Spazio: da Cassini primo piano per Dafni, piccola luna di Saturno
TechnoFun
A Unidata gara per frequenze reti radio a larga banda
Sistema Trasporti
Delrio: "Proporrò sconti sugli abbonamenti del trasporto locale"