domenica 11 dicembre | 11:18
pubblicato il 10/nov/2011 05:10

Governo/ Pdl apre a larghe intese, Berlusconi si dimetterà sabato

Alfano: Monti? Berlusconi ha apprezzato Napolitano.

Governo/ Pdl apre a larghe intese, Berlusconi si dimetterà sabato

Roma, 10 nov. (askanews) - Il presidente del Consiglio Silvio Berlusconi "ha apprezzato e valutato positivamente il comunicato del presidente della Repubblica sui tempi della crisi" e quanto alla disponibilità del Pdl a sostenere un governo Monti di larghe intese, "a me risulta che Silvio Berlusconi sia stato il Presidente del Consiglio che ha nominato Monti alla Ue ed ha controfirmato la sua nomina a senatore a vita". Lo ha detto il segretario del Pdl Angelino Alfano, ospite su Raiuno a Primissima da Bruno Vespa. "Berlusconi si dimetterà sabato, immediatamente dopo il varo della legge di stabilità. E io andrò al Quirinale appena chiamato: tutto si concluderà fra domenica e lunedì. Non c'è da aspettare - ha detto ancora Alfano- molto tempo. Ma in queste ore noi non ci sovrapporremo alle determinazioni del presidente della Repubblica". L'apertura al governo Monti o comunque a un esecutivo di larghe intese era nell'aria del vertice di ieri sera a palazzo Grazioli. Il Pdl si presenta come una polveriera. L'uscita di Maurizio Lupi e quanto sostenuto nemmeno troppo riservatamente da big del calibro di Cicchitto e Frattini lasciavano pensare che Berlusconi affrontasse il bivio Monti senza preclusioni. In giornata nel corso di una riunione fiume alla Camera, Alfano aveva dovuto registrare forti perplessità di alcuni ministri, come Gelmini, Romani e Meloni (al pari della Dc di Rotondi e di Andrea Ronchi), all'idea Monti. Favorevoli, invece, Fitto e Frattini, Lupi e altri ex socialisti. Se dovesse spuntarla Mario Monti, potrebbe avvalersi della collaborazione di Giuliano Amato (c'è chi addirittura l'ha proposto per il ruolo di premier con Monti al Tesoro). Nella squadra, secondo rumors terzopolisti, potrebbe entrare anche Saccomanni. E per il ruolo di vicepremier Gianni Letta sarebbe in pole insieme a Franco Frattini. Due 'garanti' politici del presidente del Consiglio, che secondo i più ottimisti avrebbe già ottenuto sul futuro rassicurazioni in grado di non rendere l'uscita da Palazzo Chigi troppo traumatica.

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Governo
Di Battista:risponderemo a colpi piazza a tentativo fermare M5s
Governo
Di Maio: no a Gentiloni o altro Avatar per salvare la banca Pd
Governo
Renzi al Pd esclude restare,Gentiloni tiene ma partita non chiusa
Governo
Speranza al Pd: indispensabile una scelta di discontinuità
Altre sezioni
Salute e Benessere
Orecchie a sventola, clip rivoluziona intervento chirurgico
Enogastronomia
Furono i sardi i primi a produrre vino nel Mediterraneo
Turismo
Confesercenti: alberghi prenotati al 75% per Ponte Immacolata
Lifestyle
Giochi, Agimeg: nel 2016 raccolta supera i 94 miliardi (+7,3%)
Moda
Per Herno nuovo flagship store a Seoul
Sostenibilità
All'Isola della Sostenibilità il mondo dell'economia circolare
Efficienza energetica
Natale 2016, focus risparmio energetico e trionfo regalo Hi-tech
Scienza e Innovazione
Le tecnologie spaziali che aiutano la sostenibilità
Motori
Flash Mob ai Fori per Amatrice con la Ferrari del record in Cina