sabato 03 dicembre | 07:45
pubblicato il 02/ott/2013 14:41

Governo: Pannella, da dibattito Senato forse annuncio qualcosa di nuovo

Governo: Pannella, da dibattito Senato forse annuncio qualcosa di nuovo

(ASCA) - Roma, 2 ott - ''E' accaduto oggi in Senato qualcosa che puo' forse rappresentare l'annuncio di una cosa straordinariamente nuova''. Lo ha detto Marco Pannella, in diretta a Radio Radicale, commentando l'intervento del senatore del gruppo Autonomia e Liberta' Luigi Compagna, vicino al Pdl, che ha aperto il dibattito sulla fiducia al governo Letta parlando della illegalita' della giustizia italiana, delle carceri, dei referendum radicali, e annunciando anche il suo voto favorevole al governo. ''Io, che da un anno vado ripetendo che se avessi potuto scegliere tra l'esercizio di diritti civili di questo Stato italiano o dello Stato pontificio, con quel che e' accaduto al di la' del Tevere, avrei preferito lo Stato Pontificio, come e' oggi - aggiunge Pannella - dico che potrebbe darsi che anche da quest'altra parte sia accaduto qualcosa di simile, con l'intervento in apertura di dibattito del senatore Luigi Compagna, un intervento che non capita di sentire spesso. Un intervento che ha dato la direzione, con toni e contenuti che sarebbero in grado di dirigere la galassia radicale. Lo dico con emozione''. ''Berlusconi aveva ribadito firmando i nostri referendum, come motivo del nostro convergere, tre cose: i 12 referendum, con quella motivazione classicamente volteriana; la necessita' di una amnistia; il sostegno al governo. Lo aveva fatto platealmente, direi'', ha detto Pannella, il quale, ricordando il momento della firma di Berlusconi sui referendum, ha aggiunto: ''Nelle precedenti 48 ore mi era sembrato che fosse un tantino in dubbio''. Quindi conclude: ''Fino a un'ora fa mi chiedevo come avremmo dovuto giudicare quel che stava accadendo. E' accaduto che io - l'ho raccontanto in questi ultimi giorni - con l'aiuto di Gianni Letta, al quale il Paese e noi tutti dobbiamo tanto, ho cercato di contattare Berlusconi. Silvio non mi ha telefonato. Ora pero' la piantina e' uscita fuori.

Quel seme poteva anche non svilupparsi. Invece e' apparso, e forse anche questo e' l'annuncio di qualcosa di nuovo, come dall'altro lato del Tevere, e' accaduto che quel che noi, nella nostra alterita', abbiamo seminato''. com-sgr/cam

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Riforme
Renzi: brogli voto estero? Film che ritorna da chi teme sconfitta
Riforme
Referendum, Salvini: voto estero comprato ma no vincerà comunque
Riforme
Renzi: col Sì Italia più forte in Ue su crescita e immigrazione
Riforme
Politici, vip e costituzionalisti, tutti divisi al referendum
Altre sezioni
Salute e Benessere
Medici: atleti tendono a sovrastimare problemi cardiovascolari
Enogastronomia
Nasce il Movimento Turismo dell'Olio
Turismo
Turismo, Franceschini: il 2017 sarà l'Anno dei Borghi
Lifestyle
Yocci, il Re della Torta di Carote e... il modo di essere
Moda
Gli angeli sexy di Victoria's Secret sfilano a Parigi
Sostenibilità
Smart City, modello Milano grazie a ruolo utilities
Efficienza energetica
Pesticidi: una minaccia per le api, colpito anche l'olfatto
Scienza e Innovazione
Ministeriale Esa, Battiston (Asi): l'Italia è molto soddisfatta
Motori
Audi A3 compie 20 anni, 3 generazioni e 4 milioni di esemplari