martedì 28 febbraio | 16:10
pubblicato il 02/ott/2013 14:41

Governo: Pannella, da dibattito Senato forse annuncio qualcosa di nuovo

Governo: Pannella, da dibattito Senato forse annuncio qualcosa di nuovo

(ASCA) - Roma, 2 ott - ''E' accaduto oggi in Senato qualcosa che puo' forse rappresentare l'annuncio di una cosa straordinariamente nuova''. Lo ha detto Marco Pannella, in diretta a Radio Radicale, commentando l'intervento del senatore del gruppo Autonomia e Liberta' Luigi Compagna, vicino al Pdl, che ha aperto il dibattito sulla fiducia al governo Letta parlando della illegalita' della giustizia italiana, delle carceri, dei referendum radicali, e annunciando anche il suo voto favorevole al governo. ''Io, che da un anno vado ripetendo che se avessi potuto scegliere tra l'esercizio di diritti civili di questo Stato italiano o dello Stato pontificio, con quel che e' accaduto al di la' del Tevere, avrei preferito lo Stato Pontificio, come e' oggi - aggiunge Pannella - dico che potrebbe darsi che anche da quest'altra parte sia accaduto qualcosa di simile, con l'intervento in apertura di dibattito del senatore Luigi Compagna, un intervento che non capita di sentire spesso. Un intervento che ha dato la direzione, con toni e contenuti che sarebbero in grado di dirigere la galassia radicale. Lo dico con emozione''. ''Berlusconi aveva ribadito firmando i nostri referendum, come motivo del nostro convergere, tre cose: i 12 referendum, con quella motivazione classicamente volteriana; la necessita' di una amnistia; il sostegno al governo. Lo aveva fatto platealmente, direi'', ha detto Pannella, il quale, ricordando il momento della firma di Berlusconi sui referendum, ha aggiunto: ''Nelle precedenti 48 ore mi era sembrato che fosse un tantino in dubbio''. Quindi conclude: ''Fino a un'ora fa mi chiedevo come avremmo dovuto giudicare quel che stava accadendo. E' accaduto che io - l'ho raccontanto in questi ultimi giorni - con l'aiuto di Gianni Letta, al quale il Paese e noi tutti dobbiamo tanto, ho cercato di contattare Berlusconi. Silvio non mi ha telefonato. Ora pero' la piantina e' uscita fuori.

Quel seme poteva anche non svilupparsi. Invece e' apparso, e forse anche questo e' l'annuncio di qualcosa di nuovo, come dall'altro lato del Tevere, e' accaduto che quel che noi, nella nostra alterita', abbiamo seminato''. com-sgr/cam

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Centrodestra
Zaia a Berlusconi: io candidato premier? E' una manfrina
Centrodestra
Salvini gela Berlusconi: no a Zaia leader e a doppia moneta
Vitalizi
M5s: Boldrini calendarizza nostra proposta su pensioni deputati
Pd
Pd, D'Alema: attacchi Renzi? Non vorrei alimentare ossessioni
Altre sezioni
Salute e Benessere
Ricerca, nanocubi per la diagnosi precoce di Alzheimer e Parkinson
Motori
La Turbo S E-Hybrid diventa modello più potente Porsche Panamera
Enogastronomia
Premio Ercole Olivario, in gara 174 etichette da 17 Regioni
Turismo
Favara: apre l'Alba Palace: quattro stelle di cultura e tradizione
Energia e Ambiente
E.ON:Per 6 italiani su 10 ideale per la casa è l'energia solare
Moda
Nuova linea ready-to-wear de La Perla: sensuali giacche corsetto
Scienza e Innovazione
Spazio, ExoMars: Tgo si prepara a nuovi test degli strumenti
TechnoFun
Google crea strumento intelligenza artificiale anti-trolls
Sistema Trasporti
Da UNRAE protocollo costruttori-scuole per formare autisti hi-tech