venerdì 09 dicembre | 01:38
pubblicato il 19/mar/2014 19:25

Governo: Orellana a Renzi,quali i cambiamenti di cui si parla a Berlino?

Governo: Orellana a Renzi,quali i cambiamenti di cui si parla a Berlino?

(ASCA) - Roma, 19 mar 2014 - ''Le proposte del suo governo sono state definite come 'grandi cambiamenti strutturali', ma non sono riuscito bene a capire quali effettivamente siano, in particolare il medoto, gli strumenti mediante i quali, per parafrasare una espressione proprio utilizzata a Berlino, si intende 'riempire il bicchiere mezzo pieno' del processo di riforma italiano''. Da membro di un organo che si avvia mestamente ad essere smantellato dalla sua implacabile verve riformatrice, vorrei sapere qualcosa sulla competitivita' industriale e la re-industrializzazione dell'Europa''. Cosi' Luis Alberto Orellana, senatore ora al gruppo Misto si e' rivolto al premier Matteo Renzi dopo l'intervento nell' aula di Palazzo Madama. ''Partiamo dal costo dell'energia nella produzione industriale - ha detto Orellana - nel World Energy Outlook 2013 si evidenzia come gli elevati costi dell'energia in Europa si rifletteranno in una perdita di competitivita' del settore industriale europeo sul mercato globale, il che determinera' un calo delle esportazioni pari circa al 30 per cento, con conseguenze nefaste in termini di occupazione. Se consideriamo che in Italia il costo dell'energia e' fra i piu' elevati in Europa, capiamo bene che le nostre imprese si troveranno a dover affrontare, oltre ai cronici problemi interni - come la burocrazia, il bizantinismo normativo, la pressione fiscale insostenibile e il crollo della domanda interna - anche la competizione con aziende d'oltreoceano''.

Sulla competitivita' industriale, Orellana ha parlato di uno '' squilibrio tra domanda e offerta di competenze. Le disastrose politiche realizzate dai precedenti esecutivi nei confronti della scuola, i continui tagli alla ricerca, l'Istruzione (in particolare l'Universita') vista come primo soggetto sacrificabile in caso di tagli alla spesa pubblica, sono la principale causa di questo squilibrio. Quali saranno -ha chiesto Orellana a Renzi - le azioni che il suo Esecutivo mettera' in atto per operare un cambiamento di rotta ?''. Per non parlare, ha sottolineato ancora Orellana ''dello sviluppo delle infrastrutture con il grave ritardo nel processo di attuazione della Agenzia per l'Italia Digitale'', e, infine, una stoccata al premier per far inserire l'italiano sull' attivita' brevettuale nell' UE: ''Il brevetto europeo, nonostante l'opposizione italiana e spagnola, fatta anche di ricorsi purtroppo respinti, si puo' presentare in sole 3 lingue: francese, inglese e tedesco. Il nostro esecutivo intende o meno continuare a battersi per inserire la lingua italiana tra quelle che caratterizzeranno il brevetto europeo?''.

com-njb

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Governo
Pontassieve riaccoglie Renzi: "non molli ora, deve andare avanti"
Governo
Mattarella apre consultazioni,l'arbitro silente debutta in campo
Governo
Renzi domani torna a Roma, oggi pranzo dal padre e poi a Messa
Governo
Crisi, Grillo: elezioni subito senza scuse, legge elettorale c'è
Altre sezioni
Salute e Benessere
Orecchie a sventola, clip rivoluziona intervento chirurgico
Enogastronomia
Domenica 11 dicembre Cantine aperte a Natale
Turismo
Con Volagratis Capodanno low cost da Parigi al Mar Rosso
Lifestyle
Giochi, Agimeg: nel 2016 raccolta supera i 94 miliardi (+7,3%)
Moda
Per Herno nuovo flagship store a Seoul
Sostenibilità
Roma, domani al via la terza "Isola della sostenibilità"
Efficienza energetica
Natale 2016, focus risparmio energetico e trionfo regalo Hi-tech
Scienza e Innovazione
Ricerca, da 2018 l'ERC tornerà a finanziare team multidisciplinari
Motori
Nuova Leon Cupra, più potenza e migliori prestazioni