lunedì 23 gennaio | 20:45
pubblicato il 29/apr/2013 21:52

Governo: ok fiducia Camera, Lega Nord si astiene. Partita aperta su Commissioni

Governo: ok fiducia Camera, Lega Nord si astiene. Partita aperta su Commissioni

(ASCA) - Roma, 29 apr - Il governo Letta ha incassato la prima fiducia. Su 623 presenti, i si' dell'Assemblea di Montecitorio sono stati 453, i no 153, 17 gli astenuti. Dal voto della Camera emerge un esecutivo sostenuto da tre grandi forze parlamentari: Partito democratico, Popolo della liberta' e Scelta Civica per l'Italia. Con loro anche Centro democratico, il Movimento associativo italiani all'estero e le minoranze linguistiche. Ad esprimersi contro, come annunciato, sono stati invece il Movimento 5 Stelle, Sinistra e liberta' e Fratelli d'Italia. La novita' del giorno e' stata l'astensione della Lega Nord. Questa la motivazione: ''Abbiamo apprezzato un piglio deciso, ultimativo e chiaro sulla parte delle riforme, finalmente'', ha spiegato il capogruppo alla Camera, Giancarlo Giorgetti, che ha aggiunto: ''Ci interessa essere protagonisti da subito e per i 18 mesi della stagione di riforme che si avvia con la Convenzione''. Domani si replica al Senato, dove si comincia alle 9 con il dibattito ('chiama' per il voto di fiducia previsto per le 13). Fiducia a parte, entra nel vivo la partita sulle presidenze delle commissioni che spetterebbero ai partiti di opposizione: Copasir, Vigilanza Rai, Giunta per le Autorizzazioni a procedere e Giunta per le elezioni. Appare strumentale, secondo i deputati del Movimento 5 Stelle, l'opposizione di Fratelli d'Italia, che mirerebbe ad accaparrarsi almeno una presidenza, forse quella del Copasir. E infatti Angelo Tofalo, deputato del Movimento Cinque Stelle, nel suo intervento in Aula ha ribadito la richiesta di affidare ai 'grillini' le presidenze della Vigilanza Rai e del Copasir, sottolineando che M5S e' ''l'unica vera opposizione e non un'opposizione last minute'' come Fratelli d'Italia o Sel, ''che fanno opposizione al padrone che li ha fatti eleggere''. Replica a stretto giro, in un battibecco in Transatlantico con Alessandro Di Battista, la capogruppo di Fratelli d'Italia, Giorgia Meloni: ''Se avessi avuto un problema di poltrone me ne stavo nel Pdl'', spiega senza giri di parole, aggiungendo che ''non si puo' dire che stiamo all'opposizione per avere le presidenze, dirlo e' intellettualmente disonesto''. E comunque ''ancora non ci siamo occupati di presidenze, e' giusto che vi spettino ma poi vedremo quali''. L'ex ministro avverte cosi' M5S: ''Se non vi vogliono dare il Copasir prendetevela con chi non ve la vuole dare, non certo con noi''. Dal canto suo, Giorgetti ha spiegato che alla Lega Nord ''non interessano le presidenze di Copasir e Vigilanza Rai''. Un'apertura verso il Movimento 5 Stelle e' arrivata da tre senatori del Pd Laura Cantini, Mauro Del Barba ed Andrea Marcucci, che in una nota hanno precisato come ''la presidenza della commissione di vigilanza Rai debba andare alla principale forza di opposizione'', perche' ''non si cambia una regola acquisita per timore del Movimento 5 stelle''. ceg/vlm

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Pd
Pd nega tensione Renzi-Gentiloni su Agcom:non c'è inciucio con Fi
Conti pubblici
Berlusconi: nuova manovra? Rimasti conti da pagare di Renzi
L.elettorale
Salvini: Consulta deve consentire di andare a elezioni a maggio
Usa
Gentiloni: Trump? Collaboreremo ma abbiamo i nostri valori
Altre sezioni
Salute e Benessere
Digital Magics cede partecipazione in ProfumeriaWeb a Free Bird
Motori
John Lennon, all'asta la sua Mercedes-Benz 230SL Roadster
Enogastronomia
Tutti a Montefalco per l'Anteprima Sagrantino
Turismo
Alla scoperta di Piacenza con Sorgentedelvino Live
Energia e Ambiente
Pericolo estinzione per il 60% di tutte le specie di primati
Moda
Moda Parigi, l'eleganza rilassata dell'uomo Louis Vuitton
Scienza e Innovazione
Sugli sci trainati dal drone: arriva il droneboarding
TechnoFun
Cyber attacchi, dal 2001 in Italia hackerati 12mila siti web
Sistema Trasporti
Confermato avvio lavori di interconnessione tra Brebemi e A4