venerdì 09 dicembre | 22:32
pubblicato il 03/gen/2014 08:31

Governo: offensiva di Renzi sul programma, presto incontro con Letta

Governo: offensiva di Renzi sul programma, presto incontro con Letta

(ASCA) - Roma, 3 gen 2014 - Matteo Renzi non aspetta la formale ripresa delle attivita' di governo dopo la pausa natalizia e rilancia l'offensiva sul programma inviando una lettera alle forze politiche di maggioranza e di opposizione. Enrico Letta, che torna a Roma oggi dopo una breve vacanza, fa sapere di valutare positivamente l'iniziativa del segretario del Pd. Secondo fonti di palazzo Chigi, il premier potrebbe incontrare Renzi entro l'Epifania per concordare le modalita' del rilancio programmatico. Letta preferirebbe che il confronto partisse dalla maggioranza di governo. Il segretario del Pd precisa nella sua lettera tre possibili soluzioni sulla legge elettorale. 1) Riforma sul modello della legge elettorale spagnola. Divisione del territorio in 118 piccole circoscrizioni con attribuzione alla lista vincente di un premio di maggioranza del 15% (92 seggi). Ciascuna circoscrizione elegge un minimo di 4 e un massimo di 5 deputati. Soglia di sbarramento al 5%. 2) Riforma sul modello della legge Mattarella rivisitata. 475 collegi uninominali e assegnazione del 25% dei collegi restanti attraverso l'attribuzione di un premio di maggioranza del 15% e di un diritto di tribuna pari al 10% del totale dei collegi. 3) Riforma sul modello del doppio turno di coalizione dei sindaci. Chi vince prende il 60% dei seggi e i restanti sono divisi proporzionalmente tra i perdenti. Possibile sia un sistema con liste corte bloccate, con preferenze, o con collegi. Soglia di sbarramento al 5%. Renzi chiede ''certezza dei tempi e trasparenza nel percorso perche' la politica non puo' piu' fare passi falsi''. Da qui l'impegno a promuovere fin dalla settimana prossima appuntamenti bilaterali con gli altri partiti. Il segretario del Pd chiede ''un accordo serio, istituzionale, su tre punti: legge elettorale, riforma del bicameralismo e del titolo V della Costituzione''. Sulla questione Senato, Renzi annuncia: ''Ho chiesto al presidente dei senatori del Pd, Luigi Zanda, di incontrare i senatori il prossimo 14 gennaio cosi' ci parliamo in faccia, senza troppi giri di parole, circa la necessaria trasformazione del Senato in Camera delle autonomie e quindi la cancellazione di incarichi elettivi e retribuiti in Senato. E la Direzione del Pd sara' convocata per il 16 gennaio. In quella sede mostreremo anche come vogliamo procedere per il Jobs Act che e' un documento molto piu' articolato di quello che si e' letto fino a oggi''. Dichiara Angelino Alfano, vicepremier e leader di Nuovo centrodestra: ''Siamo coerenti con quanto detto: noi siamo pronti al lavoro sulla legge elettorale sul modello dei sindaci. L'impianto di quella legge e' chiaro e ha funzionato. Non c'e' bisogno di molte altre parole. Se si vuole si puo'. Noi la legge elettorale la vogliamo cambiare e subito''. Gaetano Quagliariello, ministro per le Riforme istituzionali, commenta al Tg3: ''Le proposte di Renzi sulla legge elettorale? Sono come lo spot pubblicitario dell'acqua: liscia, gasata o... Prendiamo comunque quel che di buono c'e' nelle parole del segretario del Pd, innanzitutto la volonta' di fare in fretta e poi una legge che dia stabilita', garantisca il ritorno al bipolarismo e consenta agli elettori di scegliere il proprio candidato. Il modello 'sindaco d'Italia' e' il migliore''. Il ministro pone pero' un problema: ''Renzi sa che deve parlare prima con la maggioranza''. Interesse alle proposte di Renzi arriva da Silvio Berlusconi: ''Colgo con positivita' il metodo proposto dal segretario del Pd sia rispetto alla possibilita' di incontri e consultazioni bilaterali, sia rispetto al fatto che abbia messo sul tavolo diverse ipotesi, tra le quali c'e' certamente una soluzione ragionevole, utile a garantire governabilita' piena, un limpido bipolarismo e chiarezza di scelta per gli elettori''. Il leader di Forza Italia insiste sulle elezioni anticipate da indire dopo il varo della nuova legge elettorale e in contemporanea con le elezioni europee della prossima primavera: ''Serve un election day per garantire un'alta partecipazione e un notevole risparmio di spese per lo Stato''. I grillini non prendono una posizione ufficiale sulle proposte di Renzi ma Luigi Di Maio, vicepresidente della Camera, scrive sulla sua pagina facebook: ''Il M5S votera' per il ritorno alla legge elettorale Mattarellum, quella del 1993, l'ultima costituzionalmente valida e senza mutazioni genetiche su misura per i partiti. Per noi alle elezioni non contano i metodi elettorali ma la consapevolezza dei cittadini''. Il segretario del Pd non si limita a porre con urgenza il problema della nuova legge elettorale. ''Nel patto di coalizione - scrive nella sua newsletter - il Pd chiedera' che ci sia un capitolo 'Diritti civili' con le modifiche alla Bossi-Fini, le unioni civili per persone dello stesso sesso, la legge sulla cooperazione internazionale, i provvedimenti per le famiglie e una disciplina piu' efficace delle adozioni''. Il ministro Quagliariello avverte che sara' difficile mettersi d'accordo su quei punti: ''Sui principi destra e sinistra sono diverse. Noi stiamo con la destra''. gar/sam/

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Governo
Renzi verso ok a governo Gentiloni, ma su data voto è rebus
Governo
Orlando: governo per andare al voto, ma Pd non lo fa da solo
Governo
Tosi al Colle: incarico a una figura dal profilo internazionale
Governo
Emiliano: Renzi si dimetta anche da segretario del Pd
Altre sezioni
Salute e Benessere
Orecchie a sventola, clip rivoluziona intervento chirurgico
Enogastronomia
Furono i sardi i primi a produrre vino nel Mediterraneo
Turismo
Confesercenti: alberghi prenotati al 75% per Ponte Immacolata
Lifestyle
Giochi, Agimeg: nel 2016 raccolta supera i 94 miliardi (+7,3%)
Moda
Per Herno nuovo flagship store a Seoul
Sostenibilità
All'Isola della Sostenibilità il mondo dell'economia circolare
Efficienza energetica
Natale 2016, focus risparmio energetico e trionfo regalo Hi-tech
Scienza e Innovazione
Europei, Olimpiadi e terremoto, il 2016 su Facebook in Italia
Motori
Flash Mob ai Fori per Amatrice con la Ferrari del record in Cina