lunedì 23 gennaio | 01:51
pubblicato il 14/nov/2011 05:11

Governo/ Napolitano incarica Monti: E' il momento della prova

Evitare elezioni, serve massima responsabilità

Governo/ Napolitano incarica Monti: E' il momento della prova

Roma, 14 nov. (askanews) - "Questo è il momento della prova". Giorgio Napolitano ha terminato le consultazioni con i gruppi parlamentari e convocato subito al Colle Mario Monti, persona "indipendente" che non si è mai lasciato trascinare nella "mischia politica", ha detto alla stampa il presidente della Repubblica. Il suo è un appello accorato, affinchè le forze politiche presenti in Parlamento diano il loro appoggio al governo Monti, che ha accettato ieri l'incarico con riserva e da oggi svolgerà consultazioni "con urgenza e scrupolo" con i partiti. Napolitano ha riconosciuto che dai colloqui con i gruppi ha riscontrato "un clima riflessivo e pacato". Ma anche che lo sforzo che sta loro chiedendo, imposto dalla crisi finanziaria, è "un tentativo difficile", dopo "anni di contrapposizioni e di scontri nella politica nazionale, e di molti inascoltati appelli alla moderazione, a un confronto non distruttivo, a una maggiore condivisione e coesione su scelte e obbiettivi di fondo". Però bisogna farcela. Perchè, mette in chiaro il presidente della Repubblica, ci sono macigni di tipo economico che pesano sul futuro del paese. Il capo dello Stato parla di "particolare fragilità" dell'Italia a causa "dell'altissimo debito pubblico accumulato nel passato". E' "un peso che - visto il fortissimo rialzo degli interessi sui nostri Buoni del Tesoro e il ristagnare dell'attività economica - rischia di mettere a dura prova l'impegno dello Stato". E ha sottolineato che bisogna recuperare "la fiducia degli investitori e delle istituzioni europee, operando senza indugio nel senso richiesto". Anche perchè incombono le scadenze, "da domani alla fine di aprile", di "quasi duecento miliardi di Euro di Buoni del Tesoro e bisognerà rinnovarli collocandoli sul mercato". Ecco perchè va assolutamente evitato "un precipitoso ricorso a elezioni anticipate e quindi un vuoto di governo". Il momento del voto arriverà, lascia intendere Napolitano, ma solo dopo che il governo Monti avrà terminato la sua opera, nella speranza che in Parlamento lo lascino operare. L'operazione Monti non è nè un ribaltone, nè una negazione della democrazia dell'alternanza. Ma le forze di maggioranza devono riconoscere che il loro schieramento "ha visto crescere negli ultimi tempi rotture e tensioni al suo interno e ridursi la sua base in Parlamento". Napolitano ci tiene a sottolineare la "imparzialità" con cui ha seguito l'evolversi della situazione politica. Ora serve "il massimo senso di responsabilità", è il monito di Napolitano. "Non è tempo di rivalse faziose né di sterili recriminazioni. E' ora di ristabilire un clima di maggiore serenità e reciproco rispetto". Entro la settimana l'Italia avrà un nuovo governo guidato da Monti. Il presidente della Repubblica si dice "fiducioso".

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Nato
Emiliano: Trump ignora la Nato? Potremmo rinegoziare trattati
Usa
Gentiloni: Trump? Collaboreremo ma abbiamo i nostri valori
Pd
Emiliano: se qualcuno apre il congresso mi candido segretario Pd
Governo
Gentiloni: D'Alema non aiuta la discussione, troppo polemico
Altre sezioni
Salute e Benessere
Nuove postazioni di telemedicina italiana no profit in Africa
Motori
John Lennon, all'asta la sua Mercedes-Benz 230SL Roadster
Enogastronomia
Formaggi, yogurt, mozzarelle: ora obbligatorio indicare l'origine dellatte
Turismo
Via in Uruguay i 40 giorni del carnevale, il più lungo del mondo
Energia e Ambiente
Pericolo estinzione per il 60% di tutte le specie di primati
Moda
Moda Parigi, l'eleganza rilassata dell'uomo Louis Vuitton
Scienza e Innovazione
Spazio: da Cassini primo piano per Dafni, piccola luna di Saturno
TechnoFun
Cyber attacchi, dal 2001 in Italia hackerati 12mila siti web
Sistema Trasporti
Confermato avvio lavori di interconnessione tra Brebemi e A4