giovedì 08 dicembre | 03:52
pubblicato il 27/dic/2011 05:11

Governo/ Monti torna a Roma per la 'Fase 2', domani probabile cdm

Per Berlusconi la manovra è recessiva

Governo/ Monti torna a Roma per la 'Fase 2', domani probabile cdm

Roma, 27 dic. (askanews) - La notte di Natale a messa a Milano, poi due giorni di riposo a casa con la famiglia. Ma le vacanze di Mario Monti finiranno già oggi, con il rientro a Roma per preparare il consiglio dei ministri di mercoledì con cui forse si prenderanno già altri provvedimenti per la crescita e contro la recessione. Perchè la prospettiva di un Pil negativo è ora la principale preoccupazione, più dello spread ancora a livelli record, del presidente del Consiglio. E proprio sulla recessione attacca duramente il predecessore di Monti: "La manovra comprimerà i consumi, gli italiani sono sempre più preoccupati", dice Silvio Berlusconi. Gli stessi italiani ai quali invece il Capo dello Stato Giorgio Napolitano chiede "coesione" per "uscire dal tunnel". I titoli dei principali capitoli di intervento sono noti da tempo, come si dettaglieranno è ancora da scoprire. Di sicuro, incontrando i partiti prima della pausa natalizia, Monti aveva auspicato di poter chiudere la 'fase due' in 90 giorni: con interventi "coraggiosi" sulle liberalizzazioni e il rilancio del project financing per far ripartire le opere pubbliche, di cui forse si potrebbe avere un antipasto al Cdm di domani. E magari - secondo una voce non verificata circolata in questi giorni - anche un intervento fiscale a favore dei redditi da lavoro. Solo facendo ripartire la crescita, è il ragionamento che il Professore svolge ormai da tempo, si potrà rendere sostenibile il consolidamento fiscale per il quale sono stati chiesti sacrifici agli italiani. E solo così i mercati torneranno a considerare sostenibile anche il debito pubblico italiano. Chi non dà fiducia all'operazione Monti è però il principale azionista della sua maggioranza, Silvio Berlusconi: "Fino all'estate scorsa - ha rivendicato l'ex premier in una telefonata alla Comunità incontro di Pierino Gelmini - abbiamo sempre tenuto i conti in ordine tagliando le spese invece di aumentare le imposte. Ora però con le nuove tasse si finirà per comprimere i consumi e portare in recessione l'economia". Una situazione che fa sì che gli "italiani siano sempre più preoccupati". Da questa preoccupazione, Berlusconi trae la convinzione necessaria per proseguire il suo impegno in politica, e con un ruolo di primo piano: "Sono sempre impegnato per la nostra forza di libertà, resto sempre in pista anche per il futuro", tanto più che gli amati sondaggi "ci danno in fortissima ripresa". Da qui un altro messaggio a Monti, sulla linea ormai intrapresa da giorni: "Siamo sempre il partito di maggioranza in Parlamento".

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Fi
Fi, Berlusconi ricoverato. Zangrillo: stress, a breve dimesso
Pd
Pd, Orfini: ok sostegno militanti ma sia senza rabbia
L.Bilancio
L.Bilancio, governo pone fiducia in aula Senato su art.1
Governo
Consultazioni Mattarella fino a sabato, chiudono Fi M5s e Pd
Altre sezioni
Salute e Benessere
Robot indossabile ridà capacità di presa a persone quadriplegiche
Enogastronomia
Domenica 11 dicembre Cantine aperte a Natale
Turismo
Con Volagratis Capodanno low cost da Parigi al Mar Rosso
Lifestyle
Giochi, Agimeg: nel 2016 raccolta supera i 94 miliardi (+7,3%)
Moda
Per Herno nuovo flagship store a Seoul
Sostenibilità
Roma, domani al via la terza "Isola della sostenibilità"
Efficienza energetica
Natale 2016, focus risparmio energetico e trionfo regalo Hi-tech
Scienza e Innovazione
Ricerca, da 2018 l'ERC tornerà a finanziare team multidisciplinari
Motori
Nuova Leon Cupra, più potenza e migliori prestazioni