venerdì 09 dicembre | 22:25
pubblicato il 16/apr/2012 22:05

Governo/ Monti si prepara a vertice 'Abc': Accordo per crescita

Preoccupano spread e dati Pil, "ma strategia non cambia"

Governo/ Monti si prepara a vertice 'Abc': Accordo per crescita

Roma, 16 apr. (askanews) - Con la partita del lavoro ormai in dirittura d'arrivo, a preoccupare ora il Premier Mario Monti sono soprattutto l'impennata dello spread e il crollo delle stime di crescita. Due elementi che si intrecciano, perchè è evidente che il peggioramento del Pil e l'aumento della spesa per interessi da un lato rendono più lontani gli obiettivi di bilancio, dall'altro bloccano risorse da destinare alla crescita. Temi di cui si parlerà domani al vertice con Angelino Alfano, Pierluigi Bersani e Pier Ferdinando Casini, per cercare un accordo "politico" su cui poggiare l'azione dell'esecutivo dei prossimi mesi. Tanto che circola voce di un possibile nuovo Cdm venerdì prossimo, se si dovesse individuare qualche misura da adottare rapidamente: un'ipotesi iniziata a girare questa mattina, smentita da palazzo Chigi, ma che pare sia stata presa in considerazione. Da palazzo Chigi assicurano che per ora cambi di strategia del governo non ce ne sono: "Monti ha sempre seguito con attenzione l'andamento dello spread, ha sempre fatto notare che dalla crisi non eravamo ancora fuori. Certo non sono numeri che fanno piacere, ma non sono elementi di preoccupazione 'nuovi': la nostra strategia resta la stessa". Tanto che domani, al vertice con i segretari, il premier non si presenterà con nuovi provvedimenti: "Ascolteremo quello che ci diranno i segretari, e si cercherà di accelerare su qualche provvedimento". Il menù degli interventi è quello illustrato ieri da Corrado Passera a 'In Mezz'ora, ripresentato anche stamattina, con tanto di slide in powerpoint, alla riunione con Monti e gli altri ministri economici. L'obiettivo è quello di arrivare al Cdm di mercoledì, proprio all'indomani del vertice, non solo con la Def ma anche con un piano nazionale di riforme. Si va dalla riforma del sistema degli incentivi, su cui dal Ministero per lo Sviluppo assicurano di essere pronti entro giugno, allo sblocco dei pagamenti per le imprese, su cui "va trovata la quadra tecnica", spiegano fonti ministeriali: ma se dovesse essere adottato il 'pro solvendo', le banche potrebbero mettere a disposizione delle aziende diversi miliardi; di questo Passera parlerà giovedì sera con il presidente dell'Abi Giuseppe Mussari. Sempre sul fronte banche, continua il pressing a livello Ue per l'abbassamento dei coefficienti patrimoniali, che potrebbero consentire agli istituti di credito di erogare con più facilità prestiti al sistema produttivo. C'è poi il capitolo infrastrutture, sul quale dal Ministero per lo Sviluppo contano di poter mettere altri 20 miliardi nei prossimi mesi, dopo i 22,5 già sbloccati. E altre risorse per la crescita arriveranno dal beauty contest, che il governo ha deciso di annullare: una quantificazione viene ritenuta difficile, ma fonti di governo contano di poter incassare almeno un paio di miliardi. Tutti temi su cui il governo lavora da tempo e su cui domani, al vertice con i segretari, Monti cercherà l'accordo politico per individuare le priorità. Che non sarà però la riduzione delle tasse grazie ai proventi della lotta all'evasione: "Bisognerà aspettare il consuntivo, vedere quale sarà la situazione economica e finanziaria all'inizio del prossimo anno...". Insomma, nulla per il 2012. (segue) Rea

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Governo
Renzi verso ok a governo Gentiloni, ma su data voto è rebus
Governo
Orlando: governo per andare al voto, ma Pd non lo fa da solo
Governo
Tosi al Colle: incarico a una figura dal profilo internazionale
Governo
Emiliano: Renzi si dimetta anche da segretario del Pd
Altre sezioni
Salute e Benessere
Orecchie a sventola, clip rivoluziona intervento chirurgico
Enogastronomia
Furono i sardi i primi a produrre vino nel Mediterraneo
Turismo
Confesercenti: alberghi prenotati al 75% per Ponte Immacolata
Lifestyle
Giochi, Agimeg: nel 2016 raccolta supera i 94 miliardi (+7,3%)
Moda
Per Herno nuovo flagship store a Seoul
Sostenibilità
All'Isola della Sostenibilità il mondo dell'economia circolare
Efficienza energetica
Natale 2016, focus risparmio energetico e trionfo regalo Hi-tech
Scienza e Innovazione
Europei, Olimpiadi e terremoto, il 2016 su Facebook in Italia
Motori
Flash Mob ai Fori per Amatrice con la Ferrari del record in Cina