lunedì 27 febbraio | 01:28
pubblicato il 19/apr/2012 15:10

Governo/ Monti a Fli: Avanti su riforme, ma è giusto mediare

Finiani: No palude vertici notturni. E lui scherza: Ok, diurni...

Governo/ Monti a Fli: Avanti su riforme, ma è giusto mediare

Roma, 19 apr. (askanews) - E' stato quando la delegazione di Futuro e libertà ha invitato Mario Monti ad agire con rinnovata convinzione, a non restare imbrigliato in mediazioni estenuanti, a non indebolire l'azione riformatrice con vertici notturni che ricordano riti che si speravano archiviati che il presidente del Consiglio, con un sorriso e un filo d'ironia, ha replicato: "Vabbè, vorrà dire che passerò ai vertici diurni...". Perché è anche in questa battuta che è racchiuso il senso dell'incontro - stamane a Palazzo Chigi - tra il Professore e il triumvirato finiano composto da Italo Bocchino, Benedetto Della Vedova e Roberto Menia. Con i futuristi pronti a rinnovare il proprio sostegno al governo e determinati nell'invitare Monti a procedere con sempre maggiore intensità nell'azione di riforma e il premier pronto ad ascoltare, annuire, ma anche ricordare che la mediazione resta parte integrante del compito di un presidente del Consiglio che può godere di una vasta, ma nello stesso tempo eterogenea, maggioranza. I finiani, d'altra parte, nel breve ma positivo incontro nella sede del governo non hanno mancato di promettere a Monti il proprio impegno per migliorare il percorso delle riforme promesse dal governo. Presto, hanno assicurato, Fli farà recapitare al presidente del Consiglio alcuni proposte su temi considerati 'caldi'. Oggi è stato il momento di consegnare al premier alcuni suggerimenti, dalla crescita al fisco, dalla giustizia alla Rai. Monti, riferiscono, ha molto ascoltato, promettendo di insistere nel percorso intrapreso. E quando Bocchino gli ha chiesto di far attenzione a non rallentare, perché "i vertici tenuti finora hanno impaludato il percorso del governo, con un calo della credibilità sui mercati", il Presidente ha promesso impegno, ricordando però che "le riforme passano dal Parlamento ed è il Parlamento che le vota", dunque occorre anche concedere margini di discussione e mediazione per far andare avanti i provvedimenti. Fra le idee avanzate dai triumviri di Fli - come sintetizzato da Della Vedova - interventi sulla Rai, un'azione convinta per il contrasto alla corruzione, ma anche forte attenzione alla spesa pubblica, per permettere un margine necessario per ridurre la pressione fiscale.

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Pd
Pd, Veltroni: la sinistra divisa consegna l'Italia al polulismo
Pd
Renzi: D'Alema non ha mai digerito rospo, scissione Pd colpa sua
Governo
Governo, Alfano: non va stroncato per vicenda interna al Pd
Governo
Renzi: elezioni nel 2018, deciderà Gentiloni se votare prima
Altre sezioni
Salute e Benessere
Fibrosi polmonare idiopatica, al Gemelli seminario internazionale
Motori
L'agricoltura del futuro: Case IH presenta il trattore autonomo
Enogastronomia
Ricerca Gfk: l'identikit dei nuovi consumatori al supermercato
Turismo
Boom degli affitti brevi in ambito turistico e non solo (+30%)
Energia e Ambiente
Progetto Life-Nereide: asfalto silenzioso da materiale riciclato
Moda
Nuova linea ready-to-wear de La Perla: sensuali giacche corsetto
Scienza e Innovazione
Esa, Vega: nel 2018 opportunità di volo per minisatelliti multipli
TechnoFun
Google crea strumento intelligenza artificiale anti-trolls
Sistema Trasporti
Da UNRAE protocollo costruttori-scuole per formare autisti hi-tech