domenica 11 dicembre | 04:01
pubblicato il 20/giu/2011 20:39

Governo/ Montezemolo:Siamo a fine inesorabile Seconda Repubblica

Viviamo in un Paese bloccato.La politica non parla problemi reali

Governo/ Montezemolo:Siamo a fine inesorabile Seconda Repubblica

Padova, 20 giu. (askanews) - "Il sistema Italia va verso la fine inesorabile di questa seconda Repubblica che non ci ha portato la crescita e la modernizzazione che ci aspettavamo". Lo ha detto nel suo intervento conclusivo il presidente di Ferrari Luca di Montezemolo all'assemblea generale di Confindustria Padova. Parlando poi della legge elettorale, Montezemolo ha spiegato che quella attuale "non permette la concorrenza, di mandare in Parlamento chi vogliamo noi è uno scandalo vergognoso che ci costringe a fare da notai e a mettere solo delle crocette". Il numero uno di Ferrari ha ribadito che per lui il problema dell'Italia principale è che "viviamo in un Paese bloccato in cui si parla di tutto ma non delle cose che interessano a noi. I problemi della cosa pubblica - ha concluso - sembrano un patrimonio privato dei politici"

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Governo
Di Battista:risponderemo a colpi piazza a tentativo fermare M5s
Governo
Di Maio: no a Gentiloni o altro Avatar per salvare la banca Pd
Governo
Renzi al Pd esclude restare,Gentiloni tiene ma partita non chiusa
Governo
Speranza al Pd: indispensabile una scelta di discontinuità
Altre sezioni
Salute e Benessere
Orecchie a sventola, clip rivoluziona intervento chirurgico
Enogastronomia
Furono i sardi i primi a produrre vino nel Mediterraneo
Turismo
Confesercenti: alberghi prenotati al 75% per Ponte Immacolata
Lifestyle
Giochi, Agimeg: nel 2016 raccolta supera i 94 miliardi (+7,3%)
Moda
Per Herno nuovo flagship store a Seoul
Sostenibilità
All'Isola della Sostenibilità il mondo dell'economia circolare
Efficienza energetica
Natale 2016, focus risparmio energetico e trionfo regalo Hi-tech
Scienza e Innovazione
Le tecnologie spaziali che aiutano la sostenibilità
Motori
Flash Mob ai Fori per Amatrice con la Ferrari del record in Cina