lunedì 27 febbraio | 20:42
pubblicato il 25/feb/2014 13:50

Governo: Librandi (Sc), Renzi ridia fiducia a imprenditori

(ASCA) - Roma, 25 feb 2014 - Matteo Renzi ''ha dichiarato che visitera' spesso delle scuole, conservando un abitudine da sindaco. Ebbene, visiti anche molte aziende. Renzi venga con me in azienda, a Saronno. Gli mostrero' un'impresa che non chiede nessun sussidio allo Stato e nessun favore alla politica, che sperimenta innovazione tecnologica, che esporta, che offre ai suoi lavoratori un welfare aziendale aggiuntivo a quello pubblico. Venga a timbrare con me il cartellino un giorno. Accanto a troppi imprenditori che cercano nella politica dei capri espiatori, ve ne sono tanti che vogliono aiutare le istituzioni, ma che vogliono essere lasciati liberi di fare e di rischiare. Come il rischio in politica, anche quello imprenditoriale merita fiducia''. Lo ha detto il deputato di Scelta Civica Gianfranco Librandi, intervenendo nell'aula di Montecitorio nel corso del dibattito sulla fiducia al Governo. ''Nel suo intervento, Renzi ha assunto su di se' la responsabilita' di un eventuale insuccesso dell'esperienza di governo. Ha scelto di osare, consapevole dei rischi e delle opportunita': da imprenditore che rischia ogni mattina sui mercati internazionali, oltre che da deputato - ha sottolineato Librandi - dico a Renzi che il rischio merita fiducia. Ha posto la scuola come primo punto all'attenzione del governo. 'Education, education, education', diceva Tony Blair. Con Stefania Giannini come ministro dell'Istruzione, Scelta Civica mette a disposizione il massimo riformismo possibile. Solo nella costruzione di un sistema scolastico e universitario capace di formare i talenti, ritroveremo competitivita' e creativita'''. ''Il successo del suo governo - ha proseguito Librandi - dipendera' in buona parte da quanto lo Stato allentera' la morsa fiscale sui contribuenti. Ma attenzione: se non vogliamo vanificare gli sforzi compiuti dall'Italia negli ultimi anni, a cominciare dalla stagione eccezionale e cruciale del governo Monti, dobbiamo tenere la barra dritta.

Lo stesso vale per il debito pubblico: l'impegno per lo sblocco totale dei debiti della PA verso i fornitori e' cruciale, ma in nessun caso questo puo' compromettere l'andamento del debito pubblico, finalmente tornato sotto controllo. Infine quando Renzi parla di sburocratizzazione, non dimentichi le politiche di liberalizzazione dell'economia, altro elemento nel DNA di Scelta Civica.

Liberalizzare vuol dire riformare a costo zero, aprire opportunita' per i piu' giovani, promuovere l'approdo in Italia di nuovi investimenti. Dimostri il governo Renzi che crede nella concorrenza come un bene pubblico da tutelare e promuovere'', ha concluso Librandi.

com/vlm

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Centrodestra
Zaia a Berlusconi: io candidato premier? E' una manfrina
Calcio
Renzi: Ranieri tradito dai suoi giocatori, ma tornerà...
Centrodestra
Salvini gela Berlusconi: no a Zaia leader e a doppia moneta
Pd
Renzi: D'Alema non ha mai digerito rospo, scissione Pd colpa sua
Altre sezioni
Salute e Benessere
Malattie rare, Scaccabarozzi: 560 farmaci in sviluppo nel mondo
Motori
L'agricoltura del futuro: Case IH presenta il trattore autonomo
Enogastronomia
Premio Ercole Olivario, in gara 174 etichette da 17 Regioni
Turismo
Boom degli affitti brevi in ambito turistico e non solo (+30%)
Energia e Ambiente
E.ON:Per 6 italiani su 10 ideale per la casa è l'energia solare
Moda
Nuova linea ready-to-wear de La Perla: sensuali giacche corsetto
Scienza e Innovazione
Fisica, Masterclass: 3000 studenti alla scoperta delle particelle
TechnoFun
Google crea strumento intelligenza artificiale anti-trolls
Sistema Trasporti
Da UNRAE protocollo costruttori-scuole per formare autisti hi-tech