mercoledì 07 dicembre | 14:00
pubblicato il 25/feb/2014 13:50

Governo: Librandi (Sc), Renzi ridia fiducia a imprenditori

(ASCA) - Roma, 25 feb 2014 - Matteo Renzi ''ha dichiarato che visitera' spesso delle scuole, conservando un abitudine da sindaco. Ebbene, visiti anche molte aziende. Renzi venga con me in azienda, a Saronno. Gli mostrero' un'impresa che non chiede nessun sussidio allo Stato e nessun favore alla politica, che sperimenta innovazione tecnologica, che esporta, che offre ai suoi lavoratori un welfare aziendale aggiuntivo a quello pubblico. Venga a timbrare con me il cartellino un giorno. Accanto a troppi imprenditori che cercano nella politica dei capri espiatori, ve ne sono tanti che vogliono aiutare le istituzioni, ma che vogliono essere lasciati liberi di fare e di rischiare. Come il rischio in politica, anche quello imprenditoriale merita fiducia''. Lo ha detto il deputato di Scelta Civica Gianfranco Librandi, intervenendo nell'aula di Montecitorio nel corso del dibattito sulla fiducia al Governo. ''Nel suo intervento, Renzi ha assunto su di se' la responsabilita' di un eventuale insuccesso dell'esperienza di governo. Ha scelto di osare, consapevole dei rischi e delle opportunita': da imprenditore che rischia ogni mattina sui mercati internazionali, oltre che da deputato - ha sottolineato Librandi - dico a Renzi che il rischio merita fiducia. Ha posto la scuola come primo punto all'attenzione del governo. 'Education, education, education', diceva Tony Blair. Con Stefania Giannini come ministro dell'Istruzione, Scelta Civica mette a disposizione il massimo riformismo possibile. Solo nella costruzione di un sistema scolastico e universitario capace di formare i talenti, ritroveremo competitivita' e creativita'''. ''Il successo del suo governo - ha proseguito Librandi - dipendera' in buona parte da quanto lo Stato allentera' la morsa fiscale sui contribuenti. Ma attenzione: se non vogliamo vanificare gli sforzi compiuti dall'Italia negli ultimi anni, a cominciare dalla stagione eccezionale e cruciale del governo Monti, dobbiamo tenere la barra dritta.

Lo stesso vale per il debito pubblico: l'impegno per lo sblocco totale dei debiti della PA verso i fornitori e' cruciale, ma in nessun caso questo puo' compromettere l'andamento del debito pubblico, finalmente tornato sotto controllo. Infine quando Renzi parla di sburocratizzazione, non dimentichi le politiche di liberalizzazione dell'economia, altro elemento nel DNA di Scelta Civica.

Liberalizzare vuol dire riformare a costo zero, aprire opportunita' per i piu' giovani, promuovere l'approdo in Italia di nuovi investimenti. Dimostri il governo Renzi che crede nella concorrenza come un bene pubblico da tutelare e promuovere'', ha concluso Librandi.

com/vlm

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Governo
Renzi vuole dalla direzione l'ok del Pd a elezioni anticipate
Governo
Renzi e Pd pronti a governo istituzionale: ma con numeri larghi
Governo
Bersani: Renzi vuole voto? Non si vince sulle macerie del Paese
Governo
Chi tifa e chi no per elezioni dopo il no alla riforme
Altre sezioni
Salute e Benessere
Robot indossabile ridà capacità di presa a persone quadriplegiche
Enogastronomia
Veronafiere,Danese:con Vinitaly salto qualità nei paesi asiatici
Turismo
Con Volagratis Capodanno low cost da Parigi al Mar Rosso
Lifestyle
Giochi, Agimeg: nel 2016 raccolta supera i 94 miliardi (+7,3%)
Moda
Per Herno nuovo flagship store a Seoul
Sostenibilità
Smart City, modello Milano grazie a ruolo utilities
Efficienza energetica
Natale 2016, focus risparmio energetico e trionfo regalo Hi-tech
Scienza e Innovazione
Ricerca, da 2018 l'ERC tornerà a finanziare team multidisciplinari
Motori
Nuova Leon Cupra, più potenza e migliori prestazioni