venerdì 20 gennaio | 18:07
pubblicato il 14/feb/2014 19:01

Governo: Letta si e' dimesso. Napolitano, consultazioni lampo. M5S si chiama fuori

Governo: Letta si e' dimesso. Napolitano, consultazioni lampo. M5S si chiama fuori

 

(ASCA) - Roma, 14 feb 2014 - Il presidente del Consiglio Enrico Letta ''ha rassegnato le dimissioni, irrevocabili dell'esecutivo da lui presieduto'' nella mani del Capo dello Stato Giorgio Napolitano. Le consultazioni ''inizieranno oggi pomeriggio e si concluderanno nella giornata di domani''. E' quanto si leggeva in un comunicato del Quirinale al termine dell'incontro tra Letta e Napolitano. Nella nota si precisava che non ci sara' un passaggio parlamentare. ''Il Presidente del Consiglio ritiene che a questo punto un formale passaggio parlamentare non potrebbe offrire elementi tali da indurlo a soprassedere dalle dimissioni, anche perche' egli non sarebbe comunque disponibile a presiedere governi sostenuti da ipotetiche maggioranze diverse''. Poco dopo, Napolitano dava il via alle sue consultazioni-lampo incontrando, in rapida successione, il presidente del Senato, Pietro Grasso, e la presidente della Camera, Laura Boldrini. Domani, sabato 15, sfileranno al Colle tutte le formazioni politiche, eccezion fatta per i ''grillini'' del Movimento 5 Stelle, che hanno scelto di chiamarsi fuori e organizzare una manifestazione a partire dalle ore 11 in piazza Montecitorio: ''un'agora' di confronto con gli italiani'', come si legge in un comunicato siglato M5S.

- Domani, sabato 15, le consultazioni avviate dal Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano per la formazione del nuovo governo si apriranno al Quirinale alle 10 con gli esponenti della minoranza linguistica del Sudtiroler Volkspartei. A seguire nella mattinata la minoranza linguistica della Valle d'Aosta, il Centro Democratico, il MAIE-Alleanza per l'Italia, il Partito Socialista Italiano (PSI) - Liberali per l'Italia (PLI), Fratelli d'Italia, Grandi Autonomie e Liberta' e ''Per le Autonomie (SVP, UV, PATT, UPT) - PSI - MAIE'' che chiuderanno alle 12.20 gli incontri della mattinata. I colloqui riprenderanno nel pomeriggio alle 16 con Nuovo Centrodestra. A seguire Per l'Italia, Lega Nord, Scelta Civica, Sel, Forza Italia per chiudere, alle 19.15, con il Pd. Dall'elenco delle formazioni politiche che saliranno al Colle manca il Movimento 5 Stelle, che ha oggi annunciato che non partecipera' alle consultazioni. fdv/mau

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Craxi
Berlusconi: mi manca Craxi, è stato vittima di un golpe
Pd
Pd, correnti in tensione su voto subito e leadership Renzi
Pd
Pd, Renzi al Nazareno incontra big del partito
Terremoto
M5s cancella mobilitazione giorno decisione Consulta su Italicum
Altre sezioni
Salute e Benessere
Asma e Bpco, 15% italiani soffre malattie respiratorie persistenti
Motori
Audi, 8 milioni di vetture prodotte con la trazione "quattro"
Enogastronomia
Formaggi, yogurt, mozzarelle: ora obbligatorio indicare l'origine dellatte
Turismo
Via in Uruguay i 40 giorni del carnevale, il più lungo del mondo
Energia e Ambiente
Pericolo estinzione per il 60% di tutte le specie di primati
Moda
Moda Parigi, l'eleganza rilassata dell'uomo Louis Vuitton
Scienza e Innovazione
Spazio: da Cassini primo piano per Dafni, piccola luna di Saturno
TechnoFun
Cyber attacchi, dal 2001 in Italia hackerati 12mila siti web
Sistema Trasporti
Confermato avvio lavori di interconnessione tra Brebemi e A4