lunedì 05 dicembre | 05:24
pubblicato il 29/apr/2013 16:00

Governo: Letta, serve Convenzione riforme, se veti trarro' conseguenze

(ASCA) - Roma, 29 apr - ''Sarebbe bene se il Parlamento adottasse le sue proposte sulla base delle proposte elaborate da una 'Convenzione' aperta alla partecipazione di autorevoli esperti non parlamentari''. Lo afferma il premier Enrico Letta nel suo discorso programmatico.

''La 'Convenzione' deve poter avviare subito i propri lavori. Fra 18 mesi se il progetto di riforme sara' avviato verso un porto sicuro, se avro' una ragionevole certezza che il processo di revisione della Costituzione potra' avere successo, il nostro lavoro potra' continuare, se veti e incertezze dovessero minacciare di impantanare tutto per l'ennesima volta non avrei esitazione a trarne immediatamente le conseguenze'', sottolinea Letta.

ceg/mau/alf

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Riforme
Referendum,Si:respinti rappresentanti no a scrutinio voto estero
Riforme
Referendum, seggi aperti in tutta Italia: sì o no a riforma Renzi
Riforme
Referendum, affluenza boom alle urne: alle 19 è già al 57,24%
Riforme
Referendum,Centro-Nord spinge affluenza oltre 60%,Sud sotto il 50%
Altre sezioni
Salute e Benessere
Sifo: in Italia 4 milioni di depressi. Ma solo 1 su 3 si cura
Enogastronomia
Nasce il Movimento Turismo dell'Olio
Turismo
Turismo, Franceschini: il 2017 sarà l'Anno dei Borghi
Lifestyle
Yocci, il Re della Torta di Carote e... il modo di essere
Moda
Gli angeli sexy di Victoria's Secret sfilano a Parigi
Sostenibilità
Smart City, modello Milano grazie a ruolo utilities
Efficienza energetica
Pesticidi: una minaccia per le api, colpito anche l'olfatto
Scienza e Innovazione
Ministeriale Esa, Battiston (Asi): l'Italia è molto soddisfatta
Motori
Audi A3 compie 20 anni, 3 generazioni e 4 milioni di esemplari