mercoledì 18 gennaio | 16:01
pubblicato il 29/apr/2013 16:00

Governo: Letta, serve Convenzione riforme, se veti trarro' conseguenze

(ASCA) - Roma, 29 apr - ''Sarebbe bene se il Parlamento adottasse le sue proposte sulla base delle proposte elaborate da una 'Convenzione' aperta alla partecipazione di autorevoli esperti non parlamentari''. Lo afferma il premier Enrico Letta nel suo discorso programmatico.

''La 'Convenzione' deve poter avviare subito i propri lavori. Fra 18 mesi se il progetto di riforme sara' avviato verso un porto sicuro, se avro' una ragionevole certezza che il processo di revisione della Costituzione potra' avere successo, il nostro lavoro potra' continuare, se veti e incertezze dovessero minacciare di impantanare tutto per l'ennesima volta non avrei esitazione a trarne immediatamente le conseguenze'', sottolinea Letta.

ceg/mau/alf

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
M5s
Nasce Sharing Rousseau, Di Maio: "Intelligenza collettiva M5s"
Ue
Presidenza Europarlamento: al ballottaggio Tajani e Pittella
Ue
Gentiloni vola da Merkel, sul tavolo conti pubblici e caso Fca
Terremoti
Terremoto, Boschi segue situazione. In contatto con Curcio e Errani
Altre sezioni
Salute e Benessere
Salute, arriva dagli Usa il "Piatto unico bilanciato"
Motori
Moto, Ducati e Diesel insieme per una Diavel post-apocalittica
Enogastronomia
Nel 2016 consumi alimentari fuori casa +1,1%, domestici -0,1%
Turismo
Nel 2016 Roma è stata la meta italiana preferita dagli europei
Energia e Ambiente
Leader mondiali dell'industria danno vita all'Hydrogen Council
Moda
Milano Moda, l'uomo disinvolto e sicuro di Armani
Scienza e Innovazione
Trasporto su rotaia, dal 2020 si viaggerà a levitazione magnetica
TechnoFun
Rischi del web, ecco le 8 truffe che colpiscono gli italiani
Sistema Trasporti
Gb, arrivato a Londra primo treno merci proveniente dalla Cina