sabato 25 febbraio | 20:04
pubblicato il 20/set/2013 12:00

Governo/ Letta da Napolitano: non mi lascerò logorare

Unità visione tra premier e capo Stato su analisi quadro politico

Governo/ Letta da Napolitano: non mi lascerò logorare

Roma, 20 set. (askanews) - Basta fare 'punching ball', da ora si gioca in attacco. Enrico Letta lo ha ribadito anche nel colloquio con Giorgio Napolitano, nel pomeriggio al Quirinale, spiegando cosa intendesse con le sue dichiarazioni di ieri. Ovvero che non resterà passivo di fronte a tentativi di logorare o rallentare l'azione del governo. Nel colloquio, riferiscono fonti di palazzo Chigi, si è dunque ragionato sul quadro politico delle ultime settimane ed è emersa - si sottolinea - la consueta unità di visione e di intenti tra il premier e il capo dello Stato. A Napolitano, Letta ha illustrato le linee guida del Def, varato oggi dal Consiglio dei ministri, oltre ai temi al centro del suo viaggio in Canada e Usa la prossima settimana, tra cui la posizione italiana sulla Siria, e le indicazioni del percorso che porterà alla legge di stabilità.

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Pd
Pd, Rosato: carte bollate? Emiliano si occupi di contenuti
Governo
Napolitano: equilibrio Gentiloni punto fermo da salvaguardare
Lavoro
Renzi: ruolo Stato non è offrire reddito ma lavoro di cittadinanza
Pd
Orlando: mi candido per guidare il Pd, non contro qualcuno
Altre sezioni
Salute e Benessere
Fibrosi polmonare idiopatica, al Gemelli seminario internazionale
Motori
L'agricoltura del futuro: Case IH presenta il trattore autonomo
Enogastronomia
Ricerca Gfk: l'identikit dei nuovi consumatori al supermercato
Turismo
Boom degli affitti brevi in ambito turistico e non solo (+30%)
Energia e Ambiente
Progetto Life-Nereide: asfalto silenzioso da materiale riciclato
Moda
Nuova linea ready-to-wear de La Perla: sensuali giacche corsetto
Scienza e Innovazione
Esa, Vega: nel 2018 opportunità di volo per minisatelliti multipli
TechnoFun
Google crea strumento intelligenza artificiale anti-trolls
Sistema Trasporti
Da UNRAE protocollo costruttori-scuole per formare autisti hi-tech