sabato 03 dicembre | 16:44
pubblicato il 15/gen/2014 20:19

Governo: Letta anticipa a Napolitano il nuovo Patto. Rimpasto o ''bis''

Governo: Letta anticipa a Napolitano il nuovo Patto. Rimpasto o ''bis''

(ASCA) - Roma, 15 gen 2014 - Un incontro dedicato in parte anche a quello che sara' il nuovo patto della coalizione di governo dello schieramento di maggioranza per i prossimi mesi. E' quanto emerge da fonti del Quirinale al termine del colloquio avuto tra il presidente della Repubblica Giorgio Napolitano e il presidente del Consiglio Enrico Letta.

Le stesse fonti rendono noto che il presidente del Consiglio ha riferito al presidente della Repubblica della sua visita in Messico e gli ha anticipato alcuni elementi sul patto di coalizione al quale sta lavorando.

In mattinata, il Capo dello Stato aveva ricevuto anche il Ministro dell'Economia e delle Finanze, Fabrizio Saccomanni.

Si sta dunque preparando la strada per un rimpasto di governo o per una seconda versione dell'esecutivo, un ''Letta bis'', anche alla luce del ''caso De Girolamo'', con la presentazione alla Camera della mozione di sfiducia individuale presentata dal Movimento 5 Stelle nei confronti del ministro dell'Agricoltura, con richiesta di calendarizzazione ''in tempi immediati''. Critico, sull'argomento ''rimpasto'', Matteo Renzi, secondo il quale il governo dovrebbe piuttosto parlare delle ''questioni reali''. Il segretario del Pd e sindaco di Firenze lo ha detto in una intervista al Tg5 delle 20. Al giornalista che gli chiedeva l'atteggiamento nei confronti del governo, Renzi ha risposto che ''stiamo semplicemente dicendo al governo: fate le cose che servono, che interessano agli italiani. Occupatevi di lavoro, del taglio delle tasse, della riforma della Pubblica amministrazione, non continuiamo questa discussione che sta annoiando anche gli addetti ai lavori: 'io vorrei il rimpasto, io vorrei due sottosegretari, tre ministri...'.

Parliamo delle questioni reali, il Pd e' in prima fila per dire: 'Caro governo dai risposte agli italiani non ai politici romani'''.

Angelino Alfano invece non esclude un rimpasto di governo ma sostiene che ''c'e' una grande ipocrisia: tutti lo vogliono ma nessuno lo chiede''. Il vice premier e leader di Ncd interviene a Radio anch'io spiegando che ''oggi Letta rientra dal Messico e tocca a lui il peso, l'onere e la fatica di trovare la composizione. Ma la principale delle questioni e' all'interno del Pd, devono far chiarezza: si riunisca e decida se riconosce e sostiene Letta o faccia un'altra proposta al Paese''.

int/mau

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Riforme
Politici, vip e costituzionalisti, tutti divisi al referendum
Riforme
Referendum, Renzi: con Mattarella italiani sono in ottime mani
Riforme
Referendum, Grillo: se perdiamo contro il mondo va bene lo stesso
Riforme
Referendum, Berlusconi: con voto a matita possibili i brogli
Altre sezioni
Salute e Benessere
Disturbi del sonno? 10 regole ambientali per dormire meglio
Enogastronomia
Nasce il Movimento Turismo dell'Olio
Turismo
Turismo, Franceschini: il 2017 sarà l'Anno dei Borghi
Lifestyle
Yocci, il Re della Torta di Carote e... il modo di essere
Moda
Gli angeli sexy di Victoria's Secret sfilano a Parigi
Sostenibilità
Smart City, modello Milano grazie a ruolo utilities
Efficienza energetica
Pesticidi: una minaccia per le api, colpito anche l'olfatto
Scienza e Innovazione
Ministeriale Esa, Battiston (Asi): l'Italia è molto soddisfatta
Motori
Audi A3 compie 20 anni, 3 generazioni e 4 milioni di esemplari