domenica 22 gennaio | 21:27
pubblicato il 22/giu/2013 15:37

Governo: Idem, contro di me parole brutali e violente

Governo: Idem, contro di me parole brutali e violente

(ASCA) - Roma, 22 giu - ''Ho aspettato a parlare perche' intervengo su fatti concreti e non su chiacchiere. Si dice che le parole sono come pietre e queste sono state pietre scagliate contro di me, con brutalita' inaudita e violenza''.

Lo ha dichiarato il ministro per le Pari opportunita', Josefa Idem, nel corso di una conferenza stampa a Palazzo Chigi, convocata per fare chiarezza sul presunto pagamento irregolare delle imposte sulla sua abitazione-palestra di Santerno.

''Mi hanno dato della ladra, della puttana - ha aggiunto la Idem, visibilmente toccata - mi hanno chiamata col nome 'Sefi', come mi chiamava mia sorella piccola quando ancora non sapeva pronunciare il mio nome. Mi possono chiamare cosi' solo gli amici, non le persone che mi vogliono denigrare''.

rba/sam/

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Nato
Emiliano: Trump ignora la Nato? Potremmo rinegoziare trattati
Pd
Emiliano: se qualcuno apre il congresso mi candido segretario Pd
Terremoti
Terremoto, Finocchiaro: Gentiloni pronto a riferire in Parlamento
Altre sezioni
Salute e Benessere
Nuove postazioni di telemedicina italiana no profit in Africa
Motori
John Lennon, all'asta la sua Mercedes-Benz 230SL Roadster
Enogastronomia
Formaggi, yogurt, mozzarelle: ora obbligatorio indicare l'origine dellatte
Turismo
Via in Uruguay i 40 giorni del carnevale, il più lungo del mondo
Energia e Ambiente
Pericolo estinzione per il 60% di tutte le specie di primati
Moda
Moda Parigi, l'eleganza rilassata dell'uomo Louis Vuitton
Scienza e Innovazione
Spazio: da Cassini primo piano per Dafni, piccola luna di Saturno
TechnoFun
Cyber attacchi, dal 2001 in Italia hackerati 12mila siti web
Sistema Trasporti
Confermato avvio lavori di interconnessione tra Brebemi e A4