giovedì 08 dicembre | 22:10
pubblicato il 22/giu/2013 15:37

Governo: Idem, contro di me parole brutali e violente

Governo: Idem, contro di me parole brutali e violente

(ASCA) - Roma, 22 giu - ''Ho aspettato a parlare perche' intervengo su fatti concreti e non su chiacchiere. Si dice che le parole sono come pietre e queste sono state pietre scagliate contro di me, con brutalita' inaudita e violenza''.

Lo ha dichiarato il ministro per le Pari opportunita', Josefa Idem, nel corso di una conferenza stampa a Palazzo Chigi, convocata per fare chiarezza sul presunto pagamento irregolare delle imposte sulla sua abitazione-palestra di Santerno.

''Mi hanno dato della ladra, della puttana - ha aggiunto la Idem, visibilmente toccata - mi hanno chiamata col nome 'Sefi', come mi chiamava mia sorella piccola quando ancora non sapeva pronunciare il mio nome. Mi possono chiamare cosi' solo gli amici, non le persone che mi vogliono denigrare''.

rba/sam/

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Governo
Pontassieve riaccoglie Renzi: "non molli ora, deve andare avanti"
Governo
Mattarella apre consultazioni,l'arbitro silente debutta in campo
Governo
Crisi, Grillo: elezioni subito senza scuse, legge elettorale c'è
Governo
Renzi domani torna a Roma, oggi pranzo dal padre e poi a Messa
Altre sezioni
Salute e Benessere
Orecchie a sventola, clip rivoluziona intervento chirurgico
Enogastronomia
Domenica 11 dicembre Cantine aperte a Natale
Turismo
Con Volagratis Capodanno low cost da Parigi al Mar Rosso
Lifestyle
Giochi, Agimeg: nel 2016 raccolta supera i 94 miliardi (+7,3%)
Moda
Per Herno nuovo flagship store a Seoul
Sostenibilità
Roma, domani al via la terza "Isola della sostenibilità"
Efficienza energetica
Natale 2016, focus risparmio energetico e trionfo regalo Hi-tech
Scienza e Innovazione
Ricerca, da 2018 l'ERC tornerà a finanziare team multidisciplinari
Motori
Nuova Leon Cupra, più potenza e migliori prestazioni