domenica 26 febbraio | 23:18
pubblicato il 22/giu/2013 15:37

Governo: Idem, contro di me parole brutali e violente

Governo: Idem, contro di me parole brutali e violente

(ASCA) - Roma, 22 giu - ''Ho aspettato a parlare perche' intervengo su fatti concreti e non su chiacchiere. Si dice che le parole sono come pietre e queste sono state pietre scagliate contro di me, con brutalita' inaudita e violenza''.

Lo ha dichiarato il ministro per le Pari opportunita', Josefa Idem, nel corso di una conferenza stampa a Palazzo Chigi, convocata per fare chiarezza sul presunto pagamento irregolare delle imposte sulla sua abitazione-palestra di Santerno.

''Mi hanno dato della ladra, della puttana - ha aggiunto la Idem, visibilmente toccata - mi hanno chiamata col nome 'Sefi', come mi chiamava mia sorella piccola quando ancora non sapeva pronunciare il mio nome. Mi possono chiamare cosi' solo gli amici, non le persone che mi vogliono denigrare''.

rba/sam/

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Pd
Pd, Veltroni: la sinistra divisa consegna l'Italia al polulismo
Pd
Renzi: D'Alema non ha mai digerito rospo, scissione Pd colpa sua
Governo
Governo, Alfano: non va stroncato per vicenda interna al Pd
Governo
Renzi: elezioni nel 2018, deciderà Gentiloni se votare prima
Altre sezioni
Salute e Benessere
Fibrosi polmonare idiopatica, al Gemelli seminario internazionale
Motori
L'agricoltura del futuro: Case IH presenta il trattore autonomo
Enogastronomia
Ricerca Gfk: l'identikit dei nuovi consumatori al supermercato
Turismo
Boom degli affitti brevi in ambito turistico e non solo (+30%)
Energia e Ambiente
Progetto Life-Nereide: asfalto silenzioso da materiale riciclato
Moda
Nuova linea ready-to-wear de La Perla: sensuali giacche corsetto
Scienza e Innovazione
Esa, Vega: nel 2018 opportunità di volo per minisatelliti multipli
TechnoFun
Google crea strumento intelligenza artificiale anti-trolls
Sistema Trasporti
Da UNRAE protocollo costruttori-scuole per formare autisti hi-tech