martedì 21 febbraio | 13:56
pubblicato il 16/mag/2013 12:00

Governo/ Grillo: Noi solo baluardo contro Berlusconi al Colle

Se vinciamo ricostruiremo l'Italia, mi dedicherò solo a questo

Governo/ Grillo: Noi solo baluardo contro Berlusconi al Colle

Roma, 16 mag. (askanews) - "Alla fine ne resterà uno solo. O noi o il nano. La scelta sarà questa. E sarà una scelta che arriverà molto presto". Perché presto si tornerà alle urne. Così Beppe Grillo da Barletta in una intervista a La Stampa. Il MoVimento 5 Stelle andrebbe a votare anche con il Mattarellum: "Noi un ritorno alla legge elettorale precedente lo sosterremmo, rifare i collegi sarebbe semplicissimo". Ma "Berlusconi non vuole, è convinto che se si rivota con questa legge lui vince e va al Quirinale. A quel punto gli unici a poter impedire questo saremo noi, una Protezione civile". Perché "Il Pd sarà sotto il venti. Io sento l'aria, il cerchio si sta stringendo. Lo vedo anche da questa stretta con cui cercano di farci fuori". Dal Pd del resto secondo il leader dei 5 Stelle non c'è nulla da aspettarsi: colpa dei democratici se non si è fatto un governo insieme, "sono loro che non hanno voluto. Bersani voleva solo dieci senatori per fare un governicchio". E l'unico leader del centrosinistra che si sia fatto sentire è stato Romano Prodi, "ma lo conosco da prima, da quand'era professore. E' una cosa vergognosa il modo in cui l'hanno trattato, mi ha fatto anche pena. Questo la dice lunga su che gente ci sia in quel partito". In ogni caso la crisi è inarrestabile, "è una situazione che non regge più, non ci sono più soldi nelle regioni per pagare il personale. A settembre crolla tutto. Mi danno del catastrofista, ma è così". La situazione del movimento per Grillo è personalmente faticosa, "fanno i dossier su di me, pubblicano l'indirizzo di casa mia... Ma non durerà molto secondo me. Entro quest'anno vado avanti così. Si voterà prima: se vinciamo, ricostruiremo noi le macerie, ce la prenderemo noi, con le elezioni, l'Italia. E io mi dedicherò solo a questo. Altrimenti se la prenderà qualcun altro, e senza elezioni". Una nota sull'inesperienza dei parlamentari 5 Stelle: "Stanno imparando. Guardi Crimi. Loro le cose che non sanno le studiano. I commessi si stupiscono di vedere dei parlamentari che stanno a studiare fino a notte. I professionisti spesso non ne sanno più di loro, ma sanno fingere". Ma ammette, "forse abbiamo sbagliato a fare in quel modo gli streaming. Abbiamo concesso a Letta di fare la lezioncina, non glielo dovevamo consentire, li dovevamo formare. Forse dovevo andare io, essere più presente" conclude Grillo. "Ma poi avrebbero detto che dirigo tutto".

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Pd
Enrico Letta: Pd non può finire così, attonito da cupio dissolvi
Pd
Ultime ore per arginare la scissione nel Pd, occhi su Emiliano
Pd
Rossi: io già fuori dal Pd, spero Emiliano sia conseguente
Pd
Pd, Prodi: la scissione è un suicidio, non posso rassegnarmi
Altre sezioni
Salute e Benessere
Ictus, movimento e linguaggio tra le funzioni più colpite
Motori
Man lancia due iniziative per salute e sicurezza degli autisti
Enogastronomia
Olio extravergine, a Sol d'Oro Emisfero Nord Italia batte Spagna 12 a 3
Turismo
Lourdes, destinazione turistica a 360 gradi
Energia e Ambiente
Energia, nanosfere di silicio per finestre fotovoltaiche economiche
Moda
Il business della Moda porta a Milano 1,7 miliardi al mese
Scienza e Innovazione
Onde gravitazionali, inaugurato a Cascina l'Advanced Virgo
TechnoFun
Eutelsat a quota 1000 canali HD trasmessi su propria flotta
Sistema Trasporti
Il mondo in coda: strade sempre più trafficate, anche in Italia