martedì 24 gennaio | 14:08
pubblicato il 14/feb/2014 11:28

Governo: Grillo, Napolitano eviti immensa presa in giro consultazioni (2

(ASCA) - Roma, 14 feb - ''Ora Napolitano dara' via al rito delle consultazioni che dovrebbe per decenza risparmiarci.

Un'immensa presa per il culo, il Presidente a vita ricevera' le delegazioni dei partiti che rilasceranno all'uscita del Quirinale le solite frasi condite di ipocrisia ormai insopportabile. Se Al Capone ottenne il controllo del mercato degli alcoolici, Renzie otterra' quello delle nomine delle aziende di Stato come ENI, ENEL, Finmeccanica e Terna che scadono tra due mesi. Dei luoghi dove risiede il potere reale''. Lo afferma Beppe Grillo sul suo blog, il giorno dopo la 'sfiducia' da parte del Pd al presidente del Consiglio Enrico Letta.

''Oggi, San Valentino - continua Grillo - Capitan Findus Letta rassegna le sue dimissioni a Napolitano. C'e' qualcosa di nuovo, anzi d'antico nell'aria, come nel 14 febbraio del 1929 a Chicago. Allora ci fu la strage degli irlandesi, nel 2014 quella dei lettiani, almeno di quei pochi che non si sono riconvertiti al nuovo padrone vendendogli anche il culo.

Il nuovo boss non e' Al Capone - rileva il comico - ma un carrierista senza scrupoli, in arte Renzie, buon amico di Berlusconi, di Verdini e di gente che avrebbe fatto paura ai gangster del proibizionismo. Le sue credenziali sono ottime.

Oltre ad essere un bugiardo incallito, lo vogliono le banche, la Confindustria, De Benedetti, Scaroni, la finanza. Un perfetto uomo di sinistra. Non ci sara' alcuna discussione parlamentare. Letta - prosegue Grillo - non chiedera' la fiducia, ma prendera' i suoi stracci e se andra', licenziato come una serva da chi, nel suo partito, fino a ieri ne elogiava l'azione di governo. Al confronto del pdexmenoelle un nido di serpi e' un luogo ameno. Napolitano scegliera' Renzie (e non e' un capriccio) che non e' parlamentare, che non si e' mai candidato nel ruolo di presidente del Consiglio durante le elezioni. Lo fara', come lo ha fatto per Monti e per Letta, ignorando il Parlamento, la Costituzione e la volonta' degli italiani per la terza volta. Chi ha eletto Renzie? 136 votanti della direzione del pdexmenoelle sempre piu' simile al PCUS sovietico. Il partito decide, la nazione prende atto, la democrazia puo' attendere. Letta e Renzie - dice ancora il leader di M5S - sono dei prestanome, utili a chi li ha sostenuti e li sostiene. Marionette. Il Parlamento e lo stesso Governo sono un'illusione ottica e il Quirinale una monarchia. Dall'esterno il cittadino assiste a una squallida lotta tra bande per il potere mentre ''nel fango affonda lo stivale dei maiali''.

fdv

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
M5s
Di Maio: né Salvini né Meloni, non facciamo alleanze
L.elettorale
Grillo: legge elettorale sarà quella che deciderà la Consulta
Pd
Fassino: un giovane Prodi? Il Pd un leader ce l'ha già
L.elettorale
Partiti attendono Consulta su Italicum. Già divisi sul day-after
Altre sezioni
Salute e Benessere
Al via Peter Baby Bio, progetto toscano per omogeneizzati Km zero
Motori
John Lennon, all'asta la sua Mercedes-Benz 230SL Roadster
Enogastronomia
Del Pesce sarà main sponsor di Aquafarm 2017
Turismo
Alla scoperta di Piacenza con Sorgentedelvino Live
Energia e Ambiente
Pericolo estinzione per il 60% di tutte le specie di primati
Moda
Moda Parigi, l'eleganza rilassata dell'uomo Louis Vuitton
Scienza e Innovazione
Spazio, Pasquali: Leonardo pronta a cogliere opportunità sviluppo
TechnoFun
Cyber attacchi, dal 2001 in Italia hackerati 12mila siti web
Sistema Trasporti
Confermato avvio lavori di interconnessione tra Brebemi e A4