lunedì 23 gennaio | 14:09
pubblicato il 03/giu/2014 10:53

Governo: Fitto, euforia Renzi lontana da realta'. Ci sia serio confronto

Governo: Fitto, euforia Renzi lontana da realta'. Ci sia serio confronto

(ASCA) - Roma, 3 giu 2014 - ''Tre premesse. Primo: sono stato tra i primissimi a riconoscere subito, senza attese e senza tanti giri di parole, la piena vittoria di Matteo Renzi alle Europee. Secondo: sono da sempre convinto che un'opposizione debba qualificarsi per sfidare in positivo il Governo, spostando verso l'alto l'asticella riformatrice, e non per un approccio rancoroso e gratuitamente polemico. Terzo: sono anche convinto che la sinistra sbagliasse, quando noi eravamo al Governo, a criticare Berlusconi per il suo approccio ottimista: l'ottimismo e' un ingrediente necessario, in particolare per chi guida un Paese, per tentare di contribuire a determinare un clima e un'atmosfera positiva.

Tutto cio' premesso, pero', a me pare che l'ottimismo di Renzi, che a volte da' la sensazione di essere addirittura una sorta di euforia, rischi di essere poco collegato con la realta' drammatica del Paese, fotografata dai dati Istat, dalle previsioni dell'Ocse, e perfino da rilevazioni raggelanti sul calo dei consumi alimentari''. Lo scrive Raffaele Fitto, Forza Italia, in un editoriale pubblicato oggi sul quotidiano ''Il Tempo''.

''Lo stesso responso di ieri della Commissione Ue e' ambiguo: per un verso (e cio' e' positivo per Renzi) non prevede l'apertura di procedure e non boccia (ma, a dire il vero, neppure accoglie esplicitamente) la richiesta italiana di rinvio del pareggio di bilancio. Ma per altro verso (e cio' e' negativo per Renzi e per l'Italia) chiede sforzi aggiuntivi raccomandando tra l'altro la pessima via dell'aumento della tassazione sugli immobili (ancora!) e sui consumi (ancora!), cioe' due aumenti sbagliati e pericolosi, gia' erroneamente compiuti dagli ultimi due Governi. Dinanzi a cio', Renzi - continua Fitto - non ha certamente bisogno dei nostri consigli, ma appare rischioso mettere sempre altra carne al fuoco, annunciare altre ipotesi di intervento, prim'ancora che si siano compiuti passi reali sui temi oggetto degli annunci precedenti, in un crescendo e in un accavallarsi di ''titoli'' che necessiterebbero di uno ''svolgimento''. Titolo per titolo (dal fisco alla giustizia alla pubblica amministrazione), noi abbiamo uno svolgimento liberale possibile, e siamo pronti a misurarci con il Governo. Ma sarebbe il caso di affrontare e chiudere un dossier, prima di aprirne altri tre, quattro, cinque. Anche perche', dopo l'effetto annuncio c'e' l'effetto attesa, e dopo l'effetto attesa puo' esserci l'effetto delusione-disillusione''. ''Tutte cose che - conclude Fitto - non solo Renzi, ma tutta la classe dirigente italiana, di maggioranza e opposizione, non puo' piu' permettersi.

Ci confrontiamo sul serio e in concreto, un tema alla volta?'', conclude Fitto.

com/vlm

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Nato
Emiliano: Trump ignora la Nato? Potremmo rinegoziare trattati
Conti pubblici
Berlusconi: nuova manovra? Rimasti conti da pagare di Renzi
Usa
Gentiloni: Trump? Collaboreremo ma abbiamo i nostri valori
Pd
Emiliano: se qualcuno apre il congresso mi candido segretario Pd
Altre sezioni
Salute e Benessere
Nuove postazioni di telemedicina italiana no profit in Africa
Motori
John Lennon, all'asta la sua Mercedes-Benz 230SL Roadster
Enogastronomia
Tutti a Montefalco per l'Anteprima Sagrantino
Turismo
Via in Uruguay i 40 giorni del carnevale, il più lungo del mondo
Energia e Ambiente
Pericolo estinzione per il 60% di tutte le specie di primati
Moda
Moda Parigi, l'eleganza rilassata dell'uomo Louis Vuitton
Scienza e Innovazione
Samsung: incidenti del Galaxy Note 7 causati da batteria
TechnoFun
Cyber attacchi, dal 2001 in Italia hackerati 12mila siti web
Sistema Trasporti
Confermato avvio lavori di interconnessione tra Brebemi e A4