lunedì 20 febbraio | 09:35
pubblicato il 04/apr/2013 12:16

Governo: Fioroni, quella di Renzi un'intervista sconsiderata

Governo: Fioroni, quella di Renzi un'intervista sconsiderata

(ASCA) - Roma, 4 apr - ''Un vecchio detto popolare dice ''chi puo' fa, chi non puo' critica' e mi sembra che Matteo si metta su questa linea, in un momento delicato per la vita di tutti noi, come diceva De Andre' ''danno buoni consigli quelli che hanno smesso da poco di dare cattivi esempi'. Al di la' delle battute credo che oggi la coalizione di centrosinistra e soprattutto il Pd avvertano il peso di una scelta che nessuno puo' far saltare neanche con interviste sconsiderate''. Lo afferma a Radio Radicale l'esponente del Pd Beppe Fioroni, commentando l'intervista rilasciata al Corriere della Sera da Matteo Renzi. ''Oggi - continua -nessuno puo' far saltare, paventando inciuci o dando false letture, l'idea che serva un Presidente della Repubblica condiviso. Renzi sa che la vera innovazione e il vero cambiamento della politica che gli italiani si aspettano e' quello di un momento nel quale si sceglie un Capo dello Stato che rappresenti l'unita' del Paese, che riconduca i conflitti politici in un confronto pure aspro ma all'interno di una logica di reciproca legittimazione. Cercare di far saltare la scelta di un Presidente condiviso con diktat come ''o governassimo o voto'', tirare sempre l'idea dell'inciucio e' un atteggiamento irresponsabile, se questa fosse la tentazione''.

''Oggi il Pd vuole offrire all'intero Parlamento - prosegue Fioroni - la possibilita' di eleggere un presidente condiviso da tutte le forze politiche, compreso il Pdl'' e ''nessuno puo' far saltare questo. Matteo e' stato l'alfiere del rinnovamento, deve capire che il primo rinnovamento e' eleggere il Capo dello Stato con un metodo di unita' e condivisione e che non si puo' far saltare per nessun secondo fine, tantomeno si puo' far saltare per interessi di parte e dicendo o si fa l'inciucio o non si fa, lanciando un alone che ha come obbiettivo far saltare il Presidente della Repubblica condiviso. Un Presidente della Repubblica di divisione e di scontro sarebbe il principio del big bang per il Paese, per le forze e per le coalizioni politiche al loro interno''.

com-fdv

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Pd
Pd, ultima trattativa con Emiliano su primarie dopo comunali
Pd
Cuperlo a Renzi: scendi da auto, non fare 'Gioventù bruciata'
Pd
Renzi si dimette da segretario Pd, ora candidature o congresso
Pd
Renzi apre congresso Pd, minoranza accusa: "Sceglie scissione"
Altre sezioni
Salute e Benessere
Ordini Medici: pubblicità sanitaria selvaggia è allarme sociale
Motori
BMW presenta la nuova Serie 5 berlina
Enogastronomia
"Benvenuto Brunello" Guida Rossa Michelin firma piastrella 2016
Turismo
Turismo, Alpitour amplia la rete su Andalusia e Costa del Sol
Energia e Ambiente
Premio ai Vigili del fuoco per i voli su Amatrice e Rigopiano
Moda
Moda New York, la donna bon ton secondo Carolina Herrera
Scienza e Innovazione
SpaceX, rinviato lancio del Falcon-9 dalla piattaforma Nasa 39-A
TechnoFun
Amazon, a tempo di record i lavori per nuovo centro vicino Roma
Sistema Trasporti
Ibar, Usa e Cina ancora al top per i voli dall'Italia