sabato 21 gennaio | 17:12
pubblicato il 15/ott/2011 08:57

Governo/ Fini: Elezioni a marzo, Bossi staccherà la spina

Si voterà con il Porcellum, sicuro noi con il Terzo Polo

Governo/ Fini: Elezioni a marzo, Bossi staccherà la spina

Roma, 15 ott. (askanews) - Silvio Berlusconi "proverà a vivacchiare più o meno fino a Natale, farà di tutto per ottenere l'approvazione di nuove leggi ad personam, indispensabili per trasformare quelli che lo riguardano in processi 'pret a porter', tagliati su misura per garantirgli l'impunità con la prescrizione breve o altri espedienti. Poi andrà alle elezioni. Presto, molto prima di quanto ci si possa aspettare, sarà Bossi a staccare la spina. Andremo alle urne a marzo 2012". E' la previsione del presidente della Camera e leader di Fli, Gianfranco Fini, in una intervista alla Stampa. "Si voterà con l'attuale legge - è convinta la terza carica dello Stato - per rinviare il referendum. Non solo io, tutti hanno capito che andrà così e cominciano a prepararsi a questa scadenza". E se si andrà a votare con l'attuale legge Porcellum, Fini si dice "sicuro" che gli schieramenti in campo "saranno tre. La novità sarà il Terzo polo, che ha grandi potenzialità e potrà intercettare tutto lo scontento che viene dagli elettori di centrodestra e anche parte di quello del centrosinistra. Per questo, dobbiamo arrivare al voto con un maggiore amalgama, una spinta unitaria, un'unica identità programmatica. Non abbiamo molto tempo, ma possiamo riuscirci". Per il presidente della Camera poi "è molto probabile" che per il Pdl il candidato premier sarà ancora una volta Silvio Berlusconi: "Se non lo chiede lui, sarà il suo partito a chiederglielo. Non vedo vere alternative nel Pdl". Quanto all'ipotesi, caldeggiata da parte dell'opposizione, di un governo di larghe intese, Fini osserva: "Era un'ipotesi ragionevole, l'unica che poteva permettere di affrontare seriamente i gravi problemi imposti dalla crisi economica e tentare di varare le riforme più urgenti, è franata di fronte all'ostinazione di Berlusconi di non accettare di fare un passo indietro e guardare solo al suo interesse personale. Nessuno ha mai pensato a un ribaltone. Anzi, il punto di partenza di qualsiasi ipotesi era che sarebbe stata praticabile solo col consenso del Pdl e costruita attorno alla maggioranza che ha vinto le elezioni". E dall'interno del Pdl aveva offerto appoggio a una prospettiva del genere "apertamente Pisanu, e con più timidezza lo stesso Scajola, che si sono battuti fino alla fine per convincere il premier a pilotare lui stesso questo passaggio. E riservatamente, mentre la trattativa era in corso, sono stati in molti a farsi vivi, spingendo nella stessa direzione. Parlo di personaggi di prima fila del Pdl, ministri, dirigenti del cerchio più vicino al presidente del Consiglio. Quando il governo è stato battuto sul rendiconto, pensavo che l'occasione di un chiarimento fosse arrivata. E non perché ci fosse un obbligo giuridico, che non c'è, alle dimissioni. Ma un atto di sensibilità, un gesto politico, nel rispetto della chiarezza e di una prassi consolidata, questo c'era da attenderselo. Tra l'altro, se si fosse dimesso, Berlusconi, com'è accaduto in passato anche a governi diversi dal suo, sarebbe stato probabilmente rinviato alla Camera per verificare se avesse ancora la fiducia". Invece "pervicacemente, non ha voluto dimettersi. Ed è venuto in aula a dare dello sfascista a chiunque si proponga di dare al nostro Paese un esecutivo più adeguato alle necessità del momento". Fini confessa che mentre lo ascoltava si è "reso conto che il governo, in un modo o nell'altro, avrebbe avuto la fiducia e che l'ipotesi di un altro governo usciva almeno per ora dall'orizzonte di questa legislatura".

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Pd
Prodi: alla sinistra serve un nuovo riformismo
Governo
Grasso: legislatura duri fino a 2018 per recuperare tempo perduto
M5s
Ue, Grillo: Alde? Si vergogni chi si è rimangiato la parola data
Fi
Fi: sostegno Berlusconi a Prodi? Accuse Salvini paradossali
Altre sezioni
Salute e Benessere
Asma e Bpco, 15% italiani soffre malattie respiratorie persistenti
Motori
John Lennon, all'asta la sua Mercedes-Benz 230SL Roadster
Enogastronomia
Formaggi, yogurt, mozzarelle: ora obbligatorio indicare l'origine dellatte
Turismo
Via in Uruguay i 40 giorni del carnevale, il più lungo del mondo
Energia e Ambiente
Pericolo estinzione per il 60% di tutte le specie di primati
Moda
Moda Parigi, l'eleganza rilassata dell'uomo Louis Vuitton
Scienza e Innovazione
Spazio: da Cassini primo piano per Dafni, piccola luna di Saturno
TechnoFun
Cyber attacchi, dal 2001 in Italia hackerati 12mila siti web
Sistema Trasporti
Confermato avvio lavori di interconnessione tra Brebemi e A4