martedì 24 gennaio | 13:07
pubblicato il 21/giu/2013 09:39

Governo: dopo la Consulta avanti come sempre ma calma e' solo apparente

Governo: dopo la Consulta avanti come sempre ma calma e' solo apparente

(ASCA) - Roma, 21 giu - Il governo alla prova della fiducia.

Ieri il ministro per i Rapporti con il Parlamento Dario Franceschini ha infatti annunciato in aula alla Camera la decisione dell'esecutivo di porre la questione di fiducia sul dl emergenze ambientali. E' una corsa contro il tempo perche' martedi' prossimo scadono i 60 giorni per la conversione e la maggioranza decide di bloccare tutti gli emendamenti alla Camera, cosi' che il testo possa essere varato in tempo, senza dover tornare al Senato. Ma e' scontro duro con M5S, che annunciano che ''ora e' guerra''. I grillini usano nel corso della giornata l'arma dell'ostruzionismo per contestare un provvedimento all'interno del quale sono inserite cose che ''nulla hanno a che fare con le emergenze''. In mattinata sembra raggiunto un accordo per stralciare alcune questioni ma poi i grillini rilanciano, chiedendo che venga cassato anche l'articolo che riguarda la Tav. A questo punto, visti i tempi strettissimi, il governo mette sul tavolo l'arma della fiducia.

Franceschini interviene in aula alla Camera e dice: ''Non avrei voluto fare il mio primo intervento in un'occasione cosi''', ma ''di fronte alle emergenze, lo dico a me e ai parlamentari M5S, ogni tattica deve fermarsi'' e il governo deve arrendersi ''con rammarico'' a usare la fiducia per varare il decreto prima che decada. Proteste arrivano oltre che dai 5 Stelle, dalla Lega Nord e da Fratelli d'Italia.

I guai giudiziari di Berlusconi, ha assicurato il premier Enrico Letta, non avranno nessuna conseguenza sul governo che anzi rispettera' il programma annunciato in Parlamento. Ma intanto la prima richiesta di fiducia mette in agitazione l'esecutivo che in aggiunta e' costretto a rinviare il Consiglio dei ministri dallo stesso Letta annunciato sulle misure per le carceri. Formalmente per consentire ai ministri di presenziare in aula alla fiducia ma in sostanza perche' ancora non si e' trovato accordo fra Alfano e Cancellieri sul tema. Insomma il voto di oggi sulla fiducia sara' la prova della tenuta della maggioranza dopo la sentenza della Consulta sul caso Mediaset. E l'ottimismo sparso a piene mani ieri da Letta nel corso dell'incontro con la stampa estera sembra non essere altro che un modo per sdrammatizzare le tensioni che agitano il Pdl dopo il pronunciamento della Corte costituzionale sul legittimo impedimento del Cavaliere.

''Io metto tanta determinazione'', assicura il premier e ci sono ''le condizioni per applicare il programma'' votato dal Parlamento. Parole evidentemente indirizzate a rassicurare il Pdl perche' e' prevedibile (e in parte sta gia' accadendo) che dopo la sentenza il pressing di Berlusconi sulle misure economiche, a partire da Imu e Iva, si fara' ancora piu' deciso.

Per questo Letta insiste sulla necessita' che il governo vada avanti con le misure concordate. Anche se c'e' il primo intoppo, il rinvio del Consiglio dei Ministri.

Insomma, il governo prosegue come se nulla fosse ma e' indubbio che lo scenario che ha di fronte e' cambiato. E' come se si trovasse seduto su una bomba a orologeria. Si sa che esplodera' ma non si sa quando.

fdv

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
M5s
Di Maio: né Salvini né Meloni, non facciamo alleanze
L.elettorale
Grillo: legge elettorale sarà quella che deciderà la Consulta
Pd
Fassino: un giovane Prodi? Il Pd un leader ce l'ha già
L.elettorale
Partiti attendono Consulta su Italicum. Già divisi sul day-after
Altre sezioni
Salute e Benessere
Al via Peter Baby Bio, progetto toscano per omogeneizzati Km zero
Motori
John Lennon, all'asta la sua Mercedes-Benz 230SL Roadster
Enogastronomia
Del Pesce sarà main sponsor di Aquafarm 2017
Turismo
Alla scoperta di Piacenza con Sorgentedelvino Live
Energia e Ambiente
Pericolo estinzione per il 60% di tutte le specie di primati
Moda
Moda Parigi, l'eleganza rilassata dell'uomo Louis Vuitton
Scienza e Innovazione
Spazio, Pasquali: strategia Ue premessa solido sviluppo attività
TechnoFun
Cyber attacchi, dal 2001 in Italia hackerati 12mila siti web
Sistema Trasporti
Confermato avvio lavori di interconnessione tra Brebemi e A4