lunedì 23 gennaio | 10:06
pubblicato il 21/feb/2014 21:01

Governo: Delrio, il braccio destro di Renzi a Palazzo Chigi (SCHEDA)

Governo: Delrio, il braccio destro di Renzi a Palazzo Chigi (SCHEDA)

(ASCA) - Roma, 21 feb 2014 - E' considerato da tutti il braccio destro del premier designato, Matteo Renzi. Un sodalizio politico nato nell'ottobre del 2011, quando all'assemblea dell'Anci a Brindisi, Graziano Delrio (domani il Cdm ratifichera' la sua nomina a sottosegretario alla presidenza del Consiglio), sfido' il sindaco di Bari Michele Emiliano, candidato indicato dalla segreteria del Pd, e vinse a sorpresa - e con l'appoggio di Renzi - una sfida all'ultimo voto per la presidenza dell'Anci. Da quel momento le carriere di Delrio e Renzi hanno cominciato a correre parallelamente.

Prima la guida dell'Anci, poi il ministero per gli Affari Regionali e ora l'impegnativo ruolo politico alla Presidenza del Consiglio come sottosegretario.

In questi anni ha rafforzato la pattuglia di sindaci e amministratori locali e regionali a sostegno di Renzi.

Ha tenuto i rapporti con le altre forze politiche di maggioranza e di opposizione ed ha messo la firma su due disegni di legge che riorganizzano gli enti di area vasta: il primo, di rango costituzionale, che abolisce le province. Il secondo, svuota le funzioni delle province e fa decollare l'istituzione delle citta' metropolitane.

Nato nel 1960 a Reggio Emilia, Delrio e' sposato ed e' padre di nove figli. E' laureato in medicina, specializzato in endocrinologia. Ricercatore universitario con studi in Gran Bretagna e Israele. Con l'Associazione Giorgio La Pira, di cui e' stato fondatore e presidente, ha promosso iniziative culturali e di solidarieta'. E' stato eletto in consiglio comunale nel 1999 e consigliere regionale nel 2000, diventando presidente della Commissione sanita' e politiche sociali della Regione Emilia-Romagna. Considerato vicino all'ex segretario del Partito Popolare italiano, Pierluigi Castagnetti, nel 2004 viene l'elezione a sindaco di Reggio Emilia con il 63% con l'Unione, e, durante il mandato, l'incarico di vicepresidente Anci con delega al welfare. Nel 2009 la riconferma con il 52,4%, l'incarico di vicepresidente Anci con delega al personale, poi alla finanza, quindi l'elezione a presidente al congresso Anci nell'ottobre 2011 a Brindisi.

E' presidente del comitato promotore della campagna per i diritti di cittadinanza ''L'Italia sono anch'io''. Nel governo Letta e' stato ministro per gli Affari Regionali.

rus/vlm

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Nato
Emiliano: Trump ignora la Nato? Potremmo rinegoziare trattati
Usa
Gentiloni: Trump? Collaboreremo ma abbiamo i nostri valori
Pd
Emiliano: se qualcuno apre il congresso mi candido segretario Pd
Governo
Gentiloni: D'Alema non aiuta la discussione, troppo polemico
Altre sezioni
Salute e Benessere
Nuove postazioni di telemedicina italiana no profit in Africa
Motori
John Lennon, all'asta la sua Mercedes-Benz 230SL Roadster
Enogastronomia
Formaggi, yogurt, mozzarelle: ora obbligatorio indicare l'origine dellatte
Turismo
Via in Uruguay i 40 giorni del carnevale, il più lungo del mondo
Energia e Ambiente
Pericolo estinzione per il 60% di tutte le specie di primati
Moda
Moda Parigi, l'eleganza rilassata dell'uomo Louis Vuitton
Scienza e Innovazione
Spazio: da Cassini primo piano per Dafni, piccola luna di Saturno
TechnoFun
Cyber attacchi, dal 2001 in Italia hackerati 12mila siti web
Sistema Trasporti
Confermato avvio lavori di interconnessione tra Brebemi e A4