lunedì 05 dicembre | 02:18
pubblicato il 14/mar/2013 10:25

Governo: Delrio, Grillo specula sulla crisi e la paghera'

(ASCA) - Roma, 14 mar - ''La crisi non puo' diventare un dividendo politico in nessun caso: chi specula sulla crisi, chi dice 'intanto lasciamo li' e poi vedremo, tanto andiamo a nuove elezioni' la paghera' fortissimamente''. Ne e' convinto il presidente dell'Anci Graziano Delrio che ospite a Omnibus su La7 punta cosi' il dito contro il leader del Movimento 5 Stelle. ''Se l'atteggiamento di Grillo continuera' a essere questo - spiega Delrio - bisognera' che ci si metta seriamente a seguire l'indicazione del capo dello Stato: i partiti facciano un passo indietro, si diano un orizzonte serio di alcuni provvedimenti da fare, 4-5 cose che richiede il paese dopodiche' si torni al voto, ognuno con le proprie responsabilita''' . Per Delrio ''il segretario Bersani ha scelto la linea che condivido di fare proposte concrete su cui misurarsi ma credo che la risposta del M5S non sia piu' da esplorare. Basta attendere il prossimo sospiro di Casaleggio o il prossimo messaggio sul blog di Grillo: questo e' un paese che ha bisogno di dare risposte a domande che sono qui, adesso e non del futuro o buttiamo all'aria un anno di sacrifici seri''. Quanto al ruolo che Matteo Renzi potrebbe avere nel prossimo scenario politico, Delrio ammette che ''certamente lui avrebbe intercettato un certo tipo di voto'', ma non fa previsioni. ''Il problema vero - sottolinea - e' invece che tipo di proposta fara' Renzi al paese e se questa proposta sara' appoggiata dalla maggioranza del Pd: certamente il fatto che sia pronto a dare il suo contributo al paese non e' una notizia''. E in merito all'ipotesi di Renzi come prossimo segretario del Pd, Delrio commenta: ''Al momento il Pd non deve discutere di se stesso: Bersani ha un mandato pieno e bisogna fare un tentativo per il paese. Nel momento in cui andasse male questo tentativo si valuteranno altri scenari, ma siamo tutti molto leali e la disponibilita' di Renzi deve essere vista dal Pd come una risorsa non come un problema, altrimenti sarebbe un problema'' conclude.

com/rus

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Riforme
Referendum,Si:respinti rappresentanti no a scrutinio voto estero
Riforme
Referendum, seggi aperti in tutta Italia: sì o no a riforma Renzi
Riforme
Referendum, affluenza boom alle urne: alle 19 è già al 57,24%
Riforme
Referendum,Centro-Nord spinge affluenza oltre 60%,Sud sotto il 50%
Altre sezioni
Salute e Benessere
Sifo: in Italia 4 milioni di depressi. Ma solo 1 su 3 si cura
Enogastronomia
Nasce il Movimento Turismo dell'Olio
Turismo
Turismo, Franceschini: il 2017 sarà l'Anno dei Borghi
Lifestyle
Yocci, il Re della Torta di Carote e... il modo di essere
Moda
Gli angeli sexy di Victoria's Secret sfilano a Parigi
Sostenibilità
Smart City, modello Milano grazie a ruolo utilities
Efficienza energetica
Pesticidi: una minaccia per le api, colpito anche l'olfatto
Scienza e Innovazione
Ministeriale Esa, Battiston (Asi): l'Italia è molto soddisfatta
Motori
Audi A3 compie 20 anni, 3 generazioni e 4 milioni di esemplari