domenica 04 dicembre | 00:46
pubblicato il 24/ago/2013 17:39

Governo: Damiano, priorita' risposte concrete ad emergenze economiche

Governo: Damiano, priorita' risposte concrete ad emergenze economiche

(ASCA) - Roma, 24 ago - ''I 'falchi' del centrodestra hanno portato il Pdl in un vicolo cieco. Vogliono un salvacondotto per Berlusconi, minacciano in caso contrario di far cadere il governo, sono indifferenti ai problemi reali del paese e hanno fatto dell'Imu una bandiera elettorale chiedendone l'abolizione totale, anche per i piu' ricchi. Nessuno di questi obiettivi verra' raggiunto nonostante gli strepiti di alcuni pasdaran''. Lo ha affermato in una nota Cesare Damiano, esponente del Pd e presidente della Commissione Lavoro di Montecitorio. Secondo Damiano ''il Pd deve andare a vedere le carte di questo bluff, non temere alcun ricatto e far emergere con chiarezza le sue priorita' per dare risposte concrete alle emergenze economiche e sociali. Anche noi - ha aggiunto - abbiamo precise richieste da avanzare a Enrico Letta al fine di valutare l'efficacia e la positivita' dell'azione di governo: chiediamo che venga approvato il Decreto del ministro D'Alia per stabilizzare i precari della Pubblica Amministrazione e per assumere i vincitori e gli idonei di concorso, senza rifare nuovi concorsi per le stesse posizioni professionali; che venga rifinanziata la cassa integrazione in deroga; che venga corretta la riforma delle pensioni targata Fornero per risolvere il problema dei cosiddetti esodati, dell 'uscita flessibile a partire dai 62 anni di eta' con 35 anni di contributi e una penalizzazione dell'8% e per far ritornare gratuite le ricongiunzioni pensionistiche; infine, che venga diminuita la pressione fiscale sulle imprese e sul lavoro''. ''Vorremmo sapere se il centrodestra considera questi argomenti degni di essere presi in considerazione - ha concluso Damiano - oppure passibili di essere sacrificati per togliere la tassa sulla prima casa anche a chi detiene redditi altissimi. Sprecare due miliardi di euro per un obiettivo socialmente iniquo significherebbe anche sottrarre risorse fondamentali a chi e' rimasto senza reddito e fatica ad arrivare alla fine del mese''.

com-brm/sam/ss

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Riforme
Referendum,voto cattolico plurale:da no Family day a sì gesuiti
Riforme
Vigilia del voto, Sì e No si accusano di violare il silenzio
Riforme
Referendum, quante volte è cambiata la Costituzione dal '48 a oggi
Riforme
Referendum, sfida decisiva per la madrina delle riforme Boschi
Altre sezioni
Salute e Benessere
Sifo: in Italia 4 milioni di depressi. Ma solo 1 su 3 si cura
Enogastronomia
Nasce il Movimento Turismo dell'Olio
Turismo
Turismo, Franceschini: il 2017 sarà l'Anno dei Borghi
Lifestyle
Yocci, il Re della Torta di Carote e... il modo di essere
Moda
Gli angeli sexy di Victoria's Secret sfilano a Parigi
Sostenibilità
Smart City, modello Milano grazie a ruolo utilities
Efficienza energetica
Pesticidi: una minaccia per le api, colpito anche l'olfatto
Scienza e Innovazione
Ministeriale Esa, Battiston (Asi): l'Italia è molto soddisfatta
Motori
Audi A3 compie 20 anni, 3 generazioni e 4 milioni di esemplari