lunedì 05 dicembre | 22:02
pubblicato il 20/ago/2013 20:13

Governo: Damiano (Pd), urgente lavoro su legge Fornero, no tema serie B

Governo: Damiano (Pd), urgente lavoro su legge Fornero, no tema serie B

(ASCA) - Roma, 20 ago - ''E' importante che il ministro Giovannini stia lavorando sulla cassa integrazione in deroga e sulle pensioni. Abbiamo piu' volte ribadito l'urgenza di risolvere questi problemi perche' il paese reale non puo' attendere''. Lo scrive in una nota Cesare Damiano (Pd), presidente della commissione Lavoro della Camera, sottolineando che correggere tre punti della riforma Fornero non e' un tema secondario rispetto ad altri sul tavolo.

''Non e' possibile - scrive Damiano - proporre la politica dei due tempi solo quando si parla di emergenze sociali rimandandone le soluzioni alla legge di Stabilita', mentre per l'Imu il centrodestra pretende tutto e subito: per noi non ci sono temi di serie A e di serie B''.

Il deputato democratico sottolinea, dunque, che ''sulle pensioni vogliamo ricordare al ministro che la riforma Fornero deve essere corretta su tre punti: su quello dei cosiddetti esodati, che va risolto alla radice evitando di individuare nuovi numeri o nuovi contingenti di lavoratori da salvaguardare, ma fissando i criteri che danno diritto ad accedere alle vecchie regole del sistema pensionistico. Il secondo punto - afferma Damiano - e' relativo all'introduzione di un criterio di flessibilita' nel sistema previdenziale: la nostra proposta e' di consentire ai lavoratori di andare in quiescenza a partire dai 62 anni con un massimo di penalizzazione dell'8% e di fissare in 41 anni di contributi il criterio per andare in pensione senza penalizzazioni, indipendentemente dall'eta' anagrafica. Il terzo tema e' quello delle ricongiunzioni che deve correggere un errore compiuto dal governo Berlusconi che costringe molti lavoratori a pagare due volte i contributi per avere una pensione unificata''. Damiano evidenzia che ''questi interventi non possono essere realizzati a costo zero: il governo dovra' stanziare apposite risorse. Risparmi si possono ricavare dalle cosiddette pensioni d'oro, attraverso un diverso calcolo del loro rendimento o attraverso un congelamento strutturale delle loro indicizzazioni. I risparmi che si ricavano dal sistema previdenziale non possono piu' essere utilizzati per diminuire il debito, ma possono essere ridistribuiti, ad esempio, per innalzare l'assegno delle pensioni piu' basse'' conclude il presidente della commissione Lavoro alla Camera.

com-stt/mau

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Riforme
Referendum, Di Maio: da domani al lavoro per futuro governo M5s
Riforme
Referendum, Renzi: ho perso io e mi dimetto, ma senza rimorsi
Riforme
Referendum, Grillo: addio Renzi, ha vinto la democrazia
Riforme
Referendum, affluenza finale 68,48%. Si è votato di più al Nord
Altre sezioni
Salute e Benessere
Diabete, arriva in Italia penna con concentrazione doppia insulina

Roma, 5 dic. (askanews) - Un'iniezione "morbida", più facile, e una penna con il doppio delle unità di insulina disponibili per ridurre il numero di device da gestire: un...

Enogastronomia
Festa a Roma con Heinz Beck per i 30 anni del Gambero Rosso
Turismo
Eden Travel Group, il SalvaVacanza spinge l'advance booking
Lifestyle
Giochi, Agimeg: nel 2016 raccolta supera i 94 miliardi (+7,3%)
Moda
Gli angeli sexy di Victoria's Secret sfilano a Parigi
Sostenibilità
Smart City, modello Milano grazie a ruolo utilities
Efficienza energetica
Pesticidi: una minaccia per le api, colpito anche l'olfatto
Scienza e Innovazione
Spazio, nuovo successo per il razzo italiano Vega
Motori
Audi A3 compie 20 anni, 3 generazioni e 4 milioni di esemplari