lunedì 23 gennaio | 06:34
pubblicato il 20/ago/2013 20:13

Governo: Damiano (Pd), urgente lavoro su legge Fornero, no tema serie B

Governo: Damiano (Pd), urgente lavoro su legge Fornero, no tema serie B

(ASCA) - Roma, 20 ago - ''E' importante che il ministro Giovannini stia lavorando sulla cassa integrazione in deroga e sulle pensioni. Abbiamo piu' volte ribadito l'urgenza di risolvere questi problemi perche' il paese reale non puo' attendere''. Lo scrive in una nota Cesare Damiano (Pd), presidente della commissione Lavoro della Camera, sottolineando che correggere tre punti della riforma Fornero non e' un tema secondario rispetto ad altri sul tavolo.

''Non e' possibile - scrive Damiano - proporre la politica dei due tempi solo quando si parla di emergenze sociali rimandandone le soluzioni alla legge di Stabilita', mentre per l'Imu il centrodestra pretende tutto e subito: per noi non ci sono temi di serie A e di serie B''.

Il deputato democratico sottolinea, dunque, che ''sulle pensioni vogliamo ricordare al ministro che la riforma Fornero deve essere corretta su tre punti: su quello dei cosiddetti esodati, che va risolto alla radice evitando di individuare nuovi numeri o nuovi contingenti di lavoratori da salvaguardare, ma fissando i criteri che danno diritto ad accedere alle vecchie regole del sistema pensionistico. Il secondo punto - afferma Damiano - e' relativo all'introduzione di un criterio di flessibilita' nel sistema previdenziale: la nostra proposta e' di consentire ai lavoratori di andare in quiescenza a partire dai 62 anni con un massimo di penalizzazione dell'8% e di fissare in 41 anni di contributi il criterio per andare in pensione senza penalizzazioni, indipendentemente dall'eta' anagrafica. Il terzo tema e' quello delle ricongiunzioni che deve correggere un errore compiuto dal governo Berlusconi che costringe molti lavoratori a pagare due volte i contributi per avere una pensione unificata''. Damiano evidenzia che ''questi interventi non possono essere realizzati a costo zero: il governo dovra' stanziare apposite risorse. Risparmi si possono ricavare dalle cosiddette pensioni d'oro, attraverso un diverso calcolo del loro rendimento o attraverso un congelamento strutturale delle loro indicizzazioni. I risparmi che si ricavano dal sistema previdenziale non possono piu' essere utilizzati per diminuire il debito, ma possono essere ridistribuiti, ad esempio, per innalzare l'assegno delle pensioni piu' basse'' conclude il presidente della commissione Lavoro alla Camera.

com-stt/mau

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Nato
Emiliano: Trump ignora la Nato? Potremmo rinegoziare trattati
Usa
Gentiloni: Trump? Collaboreremo ma abbiamo i nostri valori
Pd
Emiliano: se qualcuno apre il congresso mi candido segretario Pd
Governo
Gentiloni: D'Alema non aiuta la discussione, troppo polemico
Altre sezioni
Salute e Benessere
Nuove postazioni di telemedicina italiana no profit in Africa
Motori
John Lennon, all'asta la sua Mercedes-Benz 230SL Roadster
Enogastronomia
Formaggi, yogurt, mozzarelle: ora obbligatorio indicare l'origine dellatte
Turismo
Via in Uruguay i 40 giorni del carnevale, il più lungo del mondo
Energia e Ambiente
Pericolo estinzione per il 60% di tutte le specie di primati
Moda
Moda Parigi, l'eleganza rilassata dell'uomo Louis Vuitton
Scienza e Innovazione
Spazio: da Cassini primo piano per Dafni, piccola luna di Saturno
TechnoFun
Cyber attacchi, dal 2001 in Italia hackerati 12mila siti web
Sistema Trasporti
Confermato avvio lavori di interconnessione tra Brebemi e A4