domenica 11 dicembre | 12:49
pubblicato il 07/apr/2014 11:00

Governo: D'Attorre(Pd), miracoli impossibili. Decisionismo illusorio

(ASCA) - Roma, 7 apr 2014 - ''In campo economico ci sono nodi specifici italiani, come il costo dell'energia o il tema dell'Irap. Io francamente non credo che tutto questo si risolva semplicemente con un decisionismo che abolisca concertazione o dialogo''. Lo ha detto Alfredo D'Attorre, deputato del Pd, durante la trasmissione televisiva di Rai3 Agora'.

''Quando l'Italia si e' dovuta tirare fuori dai guai, ed e' stato cosi' nel secondo Dopoguerra, negli anni Settanta e alla fine della Prima repubblica, lo ha fatto grazie alla forze sociali e produttive che si sono date una mano e hanno lavorato insieme'', ha proseguito il deputato democratico, il quale conclude: ''Dobbiamo fare attenzione: ricette semplici non ce ne sono, rischiamo di alimentare illusioni. E' giusto eliminare gli sprechi e ridurre le spese, ma non trasmettiamo ai cittadini l'idea che si possono fare miracoli abolendo qualche ente inutile o vendendo qualche immobile dello Stato''.

com-sgr/cam/rob

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Governo
Renzi al Pd esclude restare,Gentiloni tiene ma partita non chiusa
Governo
Speranza al Pd: indispensabile una scelta di discontinuità
Governo
Al via totoministri, possibili conferma Boschi e arrivo Fassino
Governo
## Renzi si ritira, "Doloroso, ma necessario"
Altre sezioni
Salute e Benessere
Orecchie a sventola, clip rivoluziona intervento chirurgico
Enogastronomia
Furono i sardi i primi a produrre vino nel Mediterraneo
Turismo
Confesercenti: alberghi prenotati al 75% per Ponte Immacolata
Lifestyle
Giochi, Agimeg: nel 2016 raccolta supera i 94 miliardi (+7,3%)
Moda
Per Herno nuovo flagship store a Seoul
Sostenibilità
All'Isola della Sostenibilità il mondo dell'economia circolare
Efficienza energetica
Natale 2016, focus risparmio energetico e trionfo regalo Hi-tech
Scienza e Innovazione
Le tecnologie spaziali che aiutano la sostenibilità
Motori
Flash Mob ai Fori per Amatrice con la Ferrari del record in Cina