domenica 04 dicembre | 23:37
pubblicato il 28/set/2013 15:34

Governo: D'Alia, chiarimento e' scelta, riforme o vivacchiare

Governo: D'Alia, chiarimento e' scelta, riforme o vivacchiare

(ASCA) - Roma, 28 set - ''Di fronte a un vero e proprio atto di sfiducia verso il governo quali sono state le dimissioni dei parlamentari del Pdl, il presidente Letta ha scelto la strada della coerenza nel rapporto con gli alleati e della chiarezza verso i cittadini, rinviando ogni decisione economica successivamente al chiarimento politico. E' quella la sede per chiedere alle forze politiche se si preferisce un governo forte e duraturo che affronti in maniera seria la riforma fiscale o uno che vivacchi strappandosi di volta in volta le vesti per l'Imu o per l'Iva: da questa riflessione nessuno puo' prendere scorciatoie, a partire da chi oggi tenta in modo surreale di attribuire a Letta responsabilita' sul possibile aumento dell'Iva che invece, visto quanto e' accaduto in questi giorni, dovrebbe sentirsi sulle proprie spalle''. Lo dichiara in una nota il ministro per la Pa e la Semplificazione, Gianpiero D'Alia.

com-njb

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Riforme
Referendum,Si:respinti rappresentanti no a scrutinio voto estero
Riforme
Referendum, seggi aperti in tutta Italia: sì o no a riforma Renzi
Riforme
Referendum, affluenza boom alle urne: alle 19 è già al 57,24%
Riforme
Referendum,Centro-Nord spinge affluenza oltre 60%,Sud sotto il 50%
Altre sezioni
Salute e Benessere
Sifo: in Italia 4 milioni di depressi. Ma solo 1 su 3 si cura
Enogastronomia
Nasce il Movimento Turismo dell'Olio
Turismo
Turismo, Franceschini: il 2017 sarà l'Anno dei Borghi
Lifestyle
Yocci, il Re della Torta di Carote e... il modo di essere
Moda
Gli angeli sexy di Victoria's Secret sfilano a Parigi
Sostenibilità
Smart City, modello Milano grazie a ruolo utilities
Efficienza energetica
Pesticidi: una minaccia per le api, colpito anche l'olfatto
Scienza e Innovazione
Ministeriale Esa, Battiston (Asi): l'Italia è molto soddisfatta
Motori
Audi A3 compie 20 anni, 3 generazioni e 4 milioni di esemplari