mercoledì 22 febbraio | 05:33
pubblicato il 13/feb/2014 16:40

Governo: Cuperlo, ok Renzi ma direzione non voti oggi ...(1 upd)

Governo: Cuperlo, ok Renzi ma direzione non voti oggi ...(1 upd)

(ASCA) - Roma, 13 feb 2014 - ''Assumendo la linea indicata dal segretario e che il presidente del consiglio ha il compito di valutare, chiedo che la direzione non sia chiamata oggi ad esprimersi con un voto. Sono senza equivoci favorevole a che si prenda atto della volonta' del segretario del partito per una svolta necessaria. Ora pero' si entri nel merito delle questioni e assicuro che il nostro contributo non verra' meno. Prendiamo atto della volonta' di cambiamento, poi ci confronteremo su un asse programmatico della svolta richiesta e valuteremo insieme la sua sostanza.

Sta a noi che dal passaggio di questa natura si esca non con una lacerazione ulteriore ma con una unita' sulle scelte strategiche essenziale per un partito''. E' quanto ha dichiarato Gianni Cuperlo intervenendo alla direzione del Pd.

''Il segretario ha spiegato i motivi della discontinuita' di contenuti, di profilo, di guida del governo, per aprire una stagione nuova con altre ambizioni. Penso sia giusto prenderne atto ma credo che sia doveroso farlo con la prudenza necessaria verso uno scarto di queste dimensioni - ha proseguito Cuperlo -. L'idea di un cambio nella guida del governo non e' solo questione nostra, interna al nostro partito, ma deve confrontarsi con il resto della maggioranza.

C'e' la necessita' di rinnvare il patto di coalizione con le altre forze anche del centrodestra, perche' da aprile a oggi molte cose sono cambiate, ma non i numeri in Parlamento''.

''Noi chiediamo un atto di chiarezza. Se e' vero che in gioco sono le istituzioni noi abbiamo il dovere di entrare nel merito e spiegare anche fuori di qui le ragioni politiche che portano a tale scelta'' ha poi aggiunto Cuperlo, che non ha nascosto il timore che ''un pezzo della societa' fatichi a capire le ragioni'' di quanto accaduto in questi giorni.

''Bisogna tradurre in sostantivi e non solo in aggettivi il cambiamento radicale prospettato da Renzi - ha continuato -. Noi discutiamo ancora della cornice e non del merito'' di quanto si deve fare. Per questo , ha concluso Cuperlo ''sta a noi che da questo passaggio si esca non con una lacerazione ulteriore ma con una unita' sulle scelte strategiche''.

njb

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Pd
Pd nomina commissione congresso, Emiliano si candida a primarie
Consip
Di Maio: Renzi vuoti il sacco su donazione da Alfredo Romeo
Pd
Pd, Prodi: la scissione è un suicidio, non posso rassegnarmi
Pd
Pd, Emiliano: non faccio a Renzi il favore della scissione
Altre sezioni
Salute e Benessere
Percorso rapido per emergenze al Fatebenefratelli Roma
Motori
Man lancia due iniziative per salute e sicurezza degli autisti
Enogastronomia
Peroni Senza Glutine sul podio del World Gluten Free Beer Award
Turismo
Lourdes, destinazione turistica a 360 gradi
Energia e Ambiente
Energia, nanosfere di silicio per finestre fotovoltaiche economiche
Moda
Il business della Moda porta a Milano 1,7 miliardi al mese
Scienza e Innovazione
Elicotteri italiani AW-139 in Pakistan, nuovo ordine per Leonardo
TechnoFun
Eutelsat a quota 1000 canali HD trasmessi su propria flotta
Sistema Trasporti
Il mondo in coda: strade sempre più trafficate, anche in Italia