sabato 03 dicembre | 16:39
pubblicato il 04/mar/2014 13:13

Governo: Cicchitto, dimissioni Gentile disinnescano manovra politica

(ASCA) - Roma, 4 mar 2014 - ''Il senatore Gentile pero' si e' dimesso per disinnescare una manovra politica posta in essere nei confronti del governo Renzi da alcuni ambienti del Pd e dai settori oltranzisti e ipergiustizialisti di Forza Italia che ne hanno preso il controllo militare''. Lo afferma in una nota il deputato di Ncd Fabrizio Cicchitto. ''Il senatore Gentile - scrive - si e' dimesso senza che gli sia stato possibile finora svolgere un contraddittorio reale sugli addebiti che gli vengono fatti e cioe' di aver spinto lo stampatore ad intervenire sul Direttore del Giornale e di essere personalmente responsabile del blocco delle rotative. Su entrambi questi rilievi che gli vengono mossi, non c'e' stata ne' prova ne' controprova, ma solo affermazioni apodittiche e una selvaggia campagna di stampa''. Quindi Cicchitto prosegue: ''A questo punto pero' guai ad aggiungere ad una perversita'di stampo giustizialista (per di piu'realizzata senza che Gentile sia indagato come ha detto la procura di Cosenza) un'altra ancora piu'aberrante e cioe' che per ritorsione o per aggiunta si debbano dimettere tutti coloro che fossero oggetto di avviso di garanzia. Siamo contrari a questa aberrazione autentica che e' anche l'ennesima violazione dell'art 27 della Costituzione e che costituisce Il tentativo, obiettivamente eversivo, di tornare alla fase 1993 quando ministri e sottosegretari cadevano come birilli al primo avviso di garanzia. Chi volesse tornare a quella situazione se ne deve assumere la responsablita anzi la irresponsabilita'''. ''Per quello che ci riguarda - conclude - come Ncd anche in questa occasione - malgrado tutte le provocazioni provenienti da ambienti di segno opposto, ci siamo impegnati a svolgere un ruolo positivo sia per la stabilita' del governo, sia per la sua capacita' di innovazione e di cambiamento. Sono altri a giocare la partita della destabilizzazione e del tanto peggio tanto meglio. Da un lato i grillini, dall'alto lato il settore estremista di Fortza Italia che gioca la carta del ricatto permanente su ogni cosa, in primis sulla Legge elettorale''. com-sgr/cam

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Riforme
Politici, vip e costituzionalisti, tutti divisi al referendum
Riforme
Referendum, Renzi: con Mattarella italiani sono in ottime mani
Riforme
Referendum, Grillo: se perdiamo contro il mondo va bene lo stesso
Riforme
Referendum, Berlusconi: con voto a matita possibili i brogli
Altre sezioni
Salute e Benessere
Disturbi del sonno? 10 regole ambientali per dormire meglio
Enogastronomia
Nasce il Movimento Turismo dell'Olio
Turismo
Turismo, Franceschini: il 2017 sarà l'Anno dei Borghi
Lifestyle
Yocci, il Re della Torta di Carote e... il modo di essere
Moda
Gli angeli sexy di Victoria's Secret sfilano a Parigi
Sostenibilità
Smart City, modello Milano grazie a ruolo utilities
Efficienza energetica
Pesticidi: una minaccia per le api, colpito anche l'olfatto
Scienza e Innovazione
Ministeriale Esa, Battiston (Asi): l'Italia è molto soddisfatta
Motori
Audi A3 compie 20 anni, 3 generazioni e 4 milioni di esemplari