venerdì 09 dicembre | 12:48
pubblicato il 14/giu/2013 19:34

Governo: Cattaneo, sia piu' coraggioso su spesa pubblica improduttiva

(ASCA) - Mirandola, 14 giu - ''Sono un sostenitore convinto di questo governo, ma non credo che arrivera' una deroga al patto di stabilita'. L'esecutivo dovrebbe essere piu' coraggioso nelle sue decisioni e non limitarsi a trovare poche risorse: si intervenga sulle cose impopolari, ad iniziare dalla spesa pubblica improduttiva. Ma si tenga fuori quella di investimento, perche' toccandola alla lunga si crea soltanto depressione''. E' l'invito al governo che arriva dal presidente dell'Anci, Alessandro Cattaneo, che ha concluso la prima sessione dei lavori della V Assemblea degli amministratori under 35 che si sta svolgendo a Mirandola nel modenese.

Rispondendo alla disponibilita' di una revisione del patto, espressa dal sottosegretario all'istruzione Galletti, il presidente dell'Anci si dichiara piu' che scettico e torna a ribadire il sacrificio messo in campo dalle amministrazioni comunali: ''Negli ultimi cinque anni i Comuni hanno dato al risanamento nazionale qualcosa come 15 miliardi di euro. Mi sembra impossibile che, su un bilancio statale di 800 miliardi, non si riescano a trovare poche risorse, visto che l'Imu sulla prima casa vale 4 miliardi e l'intero gettito dell'imposta ne vale 24''.

La strada indicata dal presidente Anci e' quindi quella di rivedere la ''gabbia del patto' incidendo in profondita' sulle spese correnti. ''Mi rendo conto che questo significa affrontare il tema del clientelismo anche nelle nostre amministrazioni, ma e' li' che dobbiamo colpire se vogliamo vincere una partita da cui dipende il futuro del nostro Paese'', ha sottolineato.

Un tema questo che, per Cattaneo, si intreccia con quello della responsabilita' che gli amministratori devono dimostrare nella loro attivita' sul territorio. ''Il cambiamento in Italia sara' possibile solo se avremo il coraggio di portare avanti ogni giorno una mentalita' diversa, prendendoci le nostre responsabilita' e dicendo basta alla cultura dei lacci e laccioli che ha ingessato il nostro Paese'', ha affermato rivolgendosi alla platea dei giovani amministratori.

res/rus

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Governo
Pontassieve riaccoglie Renzi: "non molli ora, deve andare avanti"
Governo
Renzi domani torna a Roma, oggi pranzo dal padre e poi a Messa
Governo
Crisi, Grillo: elezioni subito senza scuse, legge elettorale c'è
Governo
Braccio di ferro nel Pd, Renzi tiene punto: governo con tutti
Altre sezioni
Salute e Benessere
Orecchie a sventola, clip rivoluziona intervento chirurgico
Enogastronomia
L'armonia di Umbria jazz sposa l'eccellenza dei vini di Orvieto
Turismo
Con Volagratis Capodanno low cost da Parigi al Mar Rosso
Lifestyle
Giochi, Agimeg: nel 2016 raccolta supera i 94 miliardi (+7,3%)
Moda
Per Herno nuovo flagship store a Seoul
Sostenibilità
Roma, domani al via la terza "Isola della sostenibilità"
Efficienza energetica
Natale 2016, focus risparmio energetico e trionfo regalo Hi-tech
Scienza e Innovazione
Ricerca, da 2018 l'ERC tornerà a finanziare team multidisciplinari
Motori
Flash Mob ai Fori per Amatrice con la Ferrari del record in Cina