martedì 21 febbraio | 18:22
pubblicato il 03/apr/2013 17:29

Governo: card. Scola, ripensare forme esercizio del potere nel Paese

(ASCA) - Citta' del Vaticano, 3 apr - E' necessario ''un ripensamento delle forme dell'esercizio del potere in questo Paese''. Lo ha detto l'arcivescovo di Milano, il cardinale Angelo Scola in un'intervista a Radio Vaticana.

''Io credo - ha aggiunto il card. Scola che oggi a Roma insieme a 10 mila fedeli ha partecipato all'udienza generale di papa Francesco - che ci sia uno sforzo che debba essere fatto da tutti i cittadini, di crescita non solo nella partecipazione del voto, ma, oserei dire, nella partecipazione quotidiana. Poi, chi ha delle responsabilita' a tutti i livelli, e cominciamo pure dal livello ecclesiale, evidentemente con le debite distinzioni, e poi dal livello politico, sociale, dell'impresa economica, della finanza, dell'economia e cosi' via, deve trovare la strada di un confronto, di un paragone a tutto campo, tutti nei confronti di tutti, in modo da offrire adesso, nell'immediato, uno sbocco sufficientemente sicuro al Paese''.

dab/mau/ss

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Pd
Ultime ore per arginare la scissione nel Pd, occhi su Emiliano
Pd
Rossi: io già fuori dal Pd, spero Emiliano sia conseguente
Pd
Pd, Prodi: la scissione è un suicidio, non posso rassegnarmi
Pd
Speranza: domani non andrò alla direzione, ieri rottura nel Pd
Altre sezioni
Salute e Benessere
Ictus, movimento e linguaggio tra le funzioni più colpite
Motori
Man lancia due iniziative per salute e sicurezza degli autisti
Enogastronomia
Olio extravergine, a Sol d'Oro Emisfero Nord Italia batte Spagna 12 a 3
Turismo
Lourdes, destinazione turistica a 360 gradi
Energia e Ambiente
Energia, nanosfere di silicio per finestre fotovoltaiche economiche
Moda
Il business della Moda porta a Milano 1,7 miliardi al mese
Scienza e Innovazione
Elicotteri italiani AW-139 in Pakistan, nuovo ordine per Leonardo
TechnoFun
Eutelsat a quota 1000 canali HD trasmessi su propria flotta
Sistema Trasporti
Il mondo in coda: strade sempre più trafficate, anche in Italia