domenica 22 gennaio | 05:23
pubblicato il 03/mag/2013 12:50

Governo: Bubbico, da Letta scelta veloce e coerente nel definire squadra

Governo: Bubbico, da Letta scelta veloce e coerente nel definire squadra

(ASCA) - Roma, 3 mag - Nel chiudere velocemente ieri sera la sua squadra di governo, il neo premier Enrico Letta he espresso ''scelte coerenti''.

Lo ha affermato - intervistato dalla trasmissione radiofonica 'Prima di tutto' - Filippo Bubbico, nominato ieri viceministro dell'Interno. ''E' stato il presidente Letta - ha riferito Bubbico - che ha deciso di accelerare e questa decisione e' perfettamente coerente al suo stile di lavoro. Bisogna decidere velocemente e bene perche' il paese ha bisogno di stabilita', di certezze e completare la squadra di governo consente di avviare immediatamente le iniziative necessarie per fronteggiare la grave crisi economica e sociale che abbiamo di fronte''. Secondo il nuovo vice di Alfano, inoltre ''le cose ragionevoli ed equilibrate non hanno tempo. Agire perche' ci sia coerenza nell'azione di governo e anche nell'organizzazione degli assetti di governo mi pare che debba costituire una linea guida che valga sempre. Questo - sostiene Bubbico - e' un governo che fonda le proprie ragioni su una partecipazione molto vasta determinata dalla crisi e dalle varie difficolta' che abbiamo di fronte quindi mi pare piu' che logico che ciascuna forza parlamentare che sostiene il governo possa esprimere poi una presenza negli organismi di governo''.

Interpellato, Bubbico definisce o'a sicurezza ''un problema decisivo non solo per la tranquillita' dei cittadini, per la sicurezza delle imprese, per la viabilita' degli ambiti urbani e territoriali e' un fattore decisivo per la crescita economica e dello sviluppo. Dobbiamo evitare di confondere i disagi con gli atti di criminalita' e di illegalita' che vanno contrastati con assoluta forza e determinazione. Di pari passo - aggiunge il viceministro dell'Interno - va affrontato il tema dei disagi, delle grandi emergenze sociali perche' questo paese ha la necessita' di ritrovare unita', serenita', un proprio progetto di crescita e convivenza civile''.

Cosi' anche in materia di corruzione ''non c'e' dubbio che - afferma Bubbico - e' un problema che riguarda non solo i comportamenti individuali che devono risultare cristallini, ma c'e' un problema di consapevolezza collettiva: noi abbiamo la necessita' di ritrovare il senso dello Stato e di sentirci tutti protagonisti di uno sforzo teso a ricostruire condizioni di trasparenza di rispetto delle regole'', chiude il viceministro.

com-stt

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Pd
Prodi: alla sinistra serve un nuovo riformismo
Governo
Grasso: legislatura duri fino a 2018 per recuperare tempo perduto
Pd
Guerini: Bene Prodi. Ora il Mattarellum, è lo strumento migliore
Parma
Pizzarotti: mi ricandido, non lascio un buon lavoro a metà
Altre sezioni
Salute e Benessere
Asma e Bpco, 15% italiani soffre malattie respiratorie persistenti
Motori
John Lennon, all'asta la sua Mercedes-Benz 230SL Roadster
Enogastronomia
Formaggi, yogurt, mozzarelle: ora obbligatorio indicare l'origine dellatte
Turismo
Via in Uruguay i 40 giorni del carnevale, il più lungo del mondo
Energia e Ambiente
Pericolo estinzione per il 60% di tutte le specie di primati
Moda
Moda Parigi, l'eleganza rilassata dell'uomo Louis Vuitton
Scienza e Innovazione
Spazio: da Cassini primo piano per Dafni, piccola luna di Saturno
TechnoFun
Cyber attacchi, dal 2001 in Italia hackerati 12mila siti web
Sistema Trasporti
Confermato avvio lavori di interconnessione tra Brebemi e A4