sabato 25 febbraio | 19:19
pubblicato il 23/ago/2013 10:20

Governo: Brunetta, se dura reddito di cittadinanza non passera' mai

Governo: Brunetta, se dura reddito di cittadinanza non passera' mai

(ASCA) - Roma, 23 ago - ''Se il governo durera', reddito d'inserimento, reddito di cittadinanza e simili non passeranno mai. Guai a Enrico Letta e a Giovannini se solo ci provano. Su questo noi del Pdl siamo pronti a fare la crisi di governo, sempre ammesso che la crisi non si apra per altre ragioni''. Cosi' Renato Brunetta, capogruppo del Pdl alla Camera dei deputati, in un'intervista a ''Libero''.

''Il reddito d'inserimento e quello di cittadinanza - sottolinea l'ex ministro - sono degli imbrogli. Costano e distruggono capitale umano. Il mercato del lavoro italiano e' caratterizzato da anomalie come gli oltre due milioni di 'ne'-ne'', individui che non studiano e non lavorano, e da tanti comportamenti opportunistici, tipo quelli delle cosiddette 'non forze di lavoro', che in realta' lavorano in nero e fruiscono di welfare sotto forma di indennita' di disoccupazione, assegni familiari o altro. Se in un sistema del genere si inserisce un imbroglio come il reddito di inserimento, si rende permanente una forma clientelare di welfare, che ha tre effetti negativi su cui Giovannini e chi la pensa come lui dovrebbero riflettere. Primo: si tratta di meccanismi spaventosamente costosi e incrementali. Una volta che si e' iniziato, per chi li percepisce quei soldi sono come una droga e non si puo' piu' tornare indietro. Il fenomeno cosi' cresce e la spesa si cumula con l'invecchiare delle coorti generazionali''. Secondo effetto: ''Diminuisce il tasso di occupazione. Chi mai accettera' un contratto a termine o part-time, chiamiamolo pure precario, a 600 o 700 euro, quando grazie al reddito di inserimento puo' avere una somma equivalente senza fare niente, e magari integrarla lavorando in nero? Da qui il terzo effetto. Aumenta il salario minimo al quale una normale forza lavoro e' disposta a prendere un impiego atipico. Questo, per essere accettato, deve avere infatti una soglia di salario molto piu' alta del reddito di inserimento. Il risultato e' che il lavoro atipico esce fuori mercato, sparisce. Morale: reddito d'inserimento, di cittadinanza e simili distruggono capitale umano'', conclude Brunetta.

com-brm/lus

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Pd
Pd, Rosato: carte bollate? Emiliano si occupi di contenuti
Governo
Napolitano: equilibrio Gentiloni punto fermo da salvaguardare
Lavoro
Renzi: ruolo Stato non è offrire reddito ma lavoro di cittadinanza
Pd
Orlando: mi candido per guidare il Pd, non contro qualcuno
Altre sezioni
Salute e Benessere
Fibrosi polmonare idiopatica, al Gemelli seminario internazionale
Motori
L'agricoltura del futuro: Case IH presenta il trattore autonomo
Enogastronomia
Ricerca Gfk: l'identikit dei nuovi consumatori al supermercato
Turismo
Boom degli affitti brevi in ambito turistico e non solo (+30%)
Energia e Ambiente
Progetto Life-Nereide: asfalto silenzioso da materiale riciclato
Moda
Nuova linea ready-to-wear de La Perla: sensuali giacche corsetto
Scienza e Innovazione
Esa, Vega: nel 2018 opportunità di volo per minisatelliti multipli
TechnoFun
Google crea strumento intelligenza artificiale anti-trolls
Sistema Trasporti
Da UNRAE protocollo costruttori-scuole per formare autisti hi-tech