venerdì 09 dicembre | 07:16
pubblicato il 21/set/2013 17:32

Governo: Brunetta, Saccomanni chiarisca su spending, debito, coperture

Governo: Brunetta, Saccomanni chiarisca su spending, debito, coperture

(ASCA) - Roma, 21 set - Il ministro dell'Economia Fabrizio Saccomanni deve fare chiarezza su questioni come la speinding review, l'attacco al debito, i debiti dalla P.A., le coperture. Lo chiede il capogruppo del Pdl alla Camera, Renato Brunetta.

''Alcune rispettose domande al ministro tecnico Saccomanni - comincia Brunetta - che fine ha fatto la Spending Review? Non ci dica che ''negli ultimi 3 anni c'e' stata una tale contrazione della spesa pubblica che gli spazi per nuovi risparmi sono sempre piu' limitati'', perche' sappiamo tutti che non e' cosi'. Anzi, e' lo stesso ministro a quantificare questa ''rigida contrazione'' della spesa primaria in -1,8%.

Ancora troppo poco. Soprattutto se andiamo a guardare gli Enti locali. Seconda rispettosa domanda: che fine ha fatto in questo 2013 il piano del suo predecessore Vittorio Grilli, che prevedeva dismissioni del patrimonio pubblico per un punto di PIL, vale a dire 16 miliardi, all'anno? Terza domanda tecnica - continua l'ex ministro - ci puo' dire con esattezza, il ministro Saccomanni, a che punto sono i pagamenti della PA con riferimento ai 10 miliardi di debiti per spese in conto capitale che portano a un aumento di 0,5 punti del rapporto deficit/PIL nel 2013? Se quei 10 miliardi non sono stati gia' tutti erogati, basterebbe sostituirne 2 con pagamenti di spese di parte corrente, che non hanno effetti sul deficit, piuttosto che di spese in conto capitale, e avremmo centrato l'obiettivo del 3%, senza correre il rischio di sforare per un misero decimale. Quarta rispettosa domanda: abbiamo consegnato 7 proposte di copertura al presidente del Consiglio, Enrico Letta, senza ricevere alcuna risposta, ne' direttamente ne' indirettamente. Il ministro Saccomanni puo' dirci cosa ne pensa? Con una buona dose di realismo, ma altrettanto necessaria trasparenza. E' troppo - domanda Brunetta - chiedere di rispondere a quesiti di questo tipo? Far cadere un governo su un decimale di punto di rapporto deficit/PIL in piu' o in meno sarebbe cosa poco comprensibile, sia in Italia sia all'estero. Mentre sarebbe molto piu' utile un approccio riformatore di medio-lungo periodo, che affronti i problemi in modo strutturale. Piuttosto che sentirsi dire ogni giorno, rassegnati, che non ci sono risorse.Solo le riforme strutturali danno credibilita' e stabilita', non l'opaco giorno per giorno''.

com-fdv

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Governo
Pontassieve riaccoglie Renzi: "non molli ora, deve andare avanti"
Governo
Mattarella apre consultazioni,l'arbitro silente debutta in campo
Governo
Renzi domani torna a Roma, oggi pranzo dal padre e poi a Messa
Governo
Crisi, Grillo: elezioni subito senza scuse, legge elettorale c'è
Altre sezioni
Salute e Benessere
Orecchie a sventola, clip rivoluziona intervento chirurgico
Enogastronomia
Domenica 11 dicembre Cantine aperte a Natale
Turismo
Con Volagratis Capodanno low cost da Parigi al Mar Rosso
Lifestyle
Giochi, Agimeg: nel 2016 raccolta supera i 94 miliardi (+7,3%)
Moda
Per Herno nuovo flagship store a Seoul
Sostenibilità
Roma, domani al via la terza "Isola della sostenibilità"
Efficienza energetica
Natale 2016, focus risparmio energetico e trionfo regalo Hi-tech
Scienza e Innovazione
Ricerca, da 2018 l'ERC tornerà a finanziare team multidisciplinari
Motori
Nuova Leon Cupra, più potenza e migliori prestazioni