venerdì 20 gennaio | 21:42
pubblicato il 17/lug/2014 09:38

Governo: Brunetta, 10 domande a Padoan. Come si evita manovra?(Giornale)

(ASCA) - Roma, 17 lug 2014 - Con un intervento su Il Giornale il capogruppo Fi alla Camera, Renato Brunetta propone le ''sue'' 10 domande al ministro per l'Economia, Pier Carlo Padoan ''alle quali dovra' rispondere in Parlamento''. A cominciare da quella cruciale: ''Il presidente del Consiglio ha piu' volte escluso l'ipotesi di una manovra correttiva. Alla luce dei dati forniti, ci puo' il ministro indicare come avverra' il miracolo?''.

Gli altri quesiti sono tutti propedeutici alla domanda finale. '' Quanto pesera' in termini di deficit la crescita italiana piu' vicina allo zero assoluto che non allo 0,8% delle previsioni governative?''; ''Con ogni probabilita' il Consiglio europeo non accettera' la proposta dell'Italia di posporre al 2016 il pareggio di bilancio. Come verranno corretti i conti pubblici?''; ''In che modo e in che tempi il governo intende far fronte alle raccomandazioni della Commissione europea che hanno accompagnato l'Italia fuori dalla procedura d'infrazione e che sono state ribadite in tutte le successive deliberazioni?''; ''Di fronte ai modesti risultati in termini di aumento dei consumi del ''bonus Irpef'' di 80 euro il governo intende ora rendere quella misura strutturale ed estenderla ai pensionati, ai lavoratori autonomi e ai cosiddetti ''incapienti''. Costo previsto di almeno 15 miliardi. Con quali coperture?''; ''Nel tendenziale di finanza pubblica sono incorporati tagli pari a 4,5 miliardi nel 2014; 17 miliardi nel 2015 e 32 miliardi a decorrere dal 2016, da realizzare attraverso la Spending review, che si mostra fin troppo impantanata. Come si recupereranno le risorse che mancano all'appello?''; ''Debiti della Pa. Per Banca d'Italia ci sono ancora 75 miliardi da pagare. Come fara' il governo ad onorare l'impegno di saldare tutto entro il 21 settembre di quest'anno?''; ''A differenza del 2012 e del 2013, il debito pubblico italiano gia' a maggio e' superiore di 25 miliardi rispetto alle previsioni del Def per fine anno 2014. Nei primi 5 mesi l'aumento complessivo e' stato di oltre il 10%. Come si intende rimediare?''; ''Nei primi 4 mesi del 2014 le entrate fiscali sono aumentate dell'1,4%, contro un'ipotesi di crescita del 3,1% contenuta nelle previsioni governative. Il buco virtuale e' di circa 8 miliardi. Come colmarlo?''; ''Nel tendenziale di finanza pubblica sono previste privatizzazioni per 10 miliardi l'anno per il prossimo triennio. I tentativi finora portati avanti si sono dimostrati un flop. Come recuperare il tempo perduto? E soprattutto, si puo' ancora?''. red-njb

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Craxi
Berlusconi: mi manca Craxi, è stato vittima di un golpe
Pd
Pd, Renzi al Nazareno incontra big del partito
Terremoti
Terremoto, Finocchiaro: stanziati 30 milioni per l'emergenza
Maltempo
Rigopiano, Gentiloni: grazie a chi salva vite, forza e coraggio
Altre sezioni
Salute e Benessere
Asma e Bpco, 15% italiani soffre malattie respiratorie persistenti
Motori
John Lennon, all'asta la sua Mercedes-Benz 230SL Roadster
Enogastronomia
Formaggi, yogurt, mozzarelle: ora obbligatorio indicare l'origine dellatte
Turismo
Via in Uruguay i 40 giorni del carnevale, il più lungo del mondo
Energia e Ambiente
Pericolo estinzione per il 60% di tutte le specie di primati
Moda
Moda Parigi, l'eleganza rilassata dell'uomo Louis Vuitton
Scienza e Innovazione
Spazio: da Cassini primo piano per Dafni, piccola luna di Saturno
TechnoFun
Cyber attacchi, dal 2001 in Italia hackerati 12mila siti web
Sistema Trasporti
Confermato avvio lavori di interconnessione tra Brebemi e A4