venerdì 20 gennaio | 09:18
pubblicato il 02/mar/2011 17:03

Governo/ Bondi annuncia dimissioni, solidarietà da maggioranza

Opposizione ironica incalza: Decida, vorremmo prenderlo sul serio

Governo/ Bondi annuncia dimissioni, solidarietà da maggioranza

Roma, 2 mar. (askanews) - Sandro Bondi rilancia l'ipotesi di sue dimissioni dall'incarico di ministro dei Beni culturali, dopo l'intervista di domenica scorsa al Corriere della Sera, il coordinatore del Pdl ha scritto al Giornale per annunciare la "piena e consapevole scelta" di lasciare il Governo. Una decisione dettata anche dalla constatazione di non essere stato "sostenuto con la necessaria consapevolezza dalla stessa maggioranza di governo e da quei colleghi che avrebbero potuto imprimere insieme a me una svolta nel modo di concepire il rapporto tra Stato e cultura". Annuncio che innesca una catena di dichiarazioni di solidarietà da parte degli esponenti della maggioranza, che gli chiedono di rimanere, ma anche il sarcasmo delle opposizioni che chiedono al ministro di decidersi. Il presidente Berlusconi - ha precisato Bondi - sa della mia decisione di lasciare il ministero e affronterà la questione non appena possibile. Sa anche che questa decisione nasce da una scelta di vita personale e sa anche che non sono mai stato in cerca di incarichi nè di mostrine". E il ministro ha voluto sottolineare che non si tratta di un 'divorzio' dal Cavaliere: "voglio svolgere bene l'incarico di senatore e desidero più di ogni altra cosa continuare a lavorare al suo fianco per cambiare questo Paese". Subito, diversi ministri hanno chiesto a Bondi di restare: Renato Brunetta, Daniela Santanché, Ignazio La Russa, Gianfranco Rotondi, Maria Stella Gelmini, Maurizio Sacconi, Raffaele Fitto, Michela Brambilla lo hanno invitato a ripensarci, elogiando il suo lavoro al dicastero. Diversa la reazione delle opposizioni. Rocco Buttiglione (Udc) ha rinnovato la "stima personale" per Bondi, dicendo però di apprezzare "la sua anticipazione di voler dare le dimissioni". Francesco Rutelli dell'Api ha usato il sarcasmo: " "Non si sono mai viste dimissioni così tormentate. Bondi è di fatto dimissionario da quattro mesi, si decida una buona volta". Il capogruppo Idv Massimo Donadi, poi, ha chiesto di "porre fine a questa farsa", mentre il Pd Matteo Orfini è necessario che "le dimissioni siano dunque immediate, e i colleghi di Bondi, invece di chiedergli un ripensamento, si assumano la loro parte di responsabilità".

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Terremoti
Terremoto, Salvini: il trombato Errani commissario è demenziale
Terremoti
Blog Grillo: col cuore in Abruzzo. E' il momento di essere uniti
Terremoti
Terremoto, Gentiloni presiede a Rieti vertice Protezione Civile
Terremoti
Terremoto, Salvini in Abruzzo: chiedo a Gentiloni 100mln di euro
Altre sezioni
Salute e Benessere
Asma e Bpco, 15% italiani soffre malattie respiratorie persistenti
Motori
Moto, Ducati e Diesel insieme per una Diavel post-apocalittica
Enogastronomia
Consorzio Valpolicella: in Usa il 10% della produzione di Amarone
Turismo
Da Bookingfax una App per riportare turisti in Agenzia di viaggio
Energia e Ambiente
Ambientalisti italiani in piazza per Trump
Moda
Moda, dopo Milano Brandamour apre uno show room anche a New York
Scienza e Innovazione
Alibaba diventa partner delle Olimpiadi fino al 2028
TechnoFun
Italiaonline si conferma prima internet company italiana
Sistema Trasporti
TomTom City, la piattaforma monitora il traffico in tempo reale