giovedì 08 dicembre | 08:57
pubblicato il 09/apr/2013 17:29

Governo: Bonanni, sindacati e imprese uniti contro situazione di stallo

Governo: Bonanni, sindacati e imprese uniti contro situazione di stallo

(ASCA) - Roma, 9 apr - ''Se non si dovesse sostenere e risolvere questa situazione, gli argini della coesione sociale saranno rotti da un fiume di grande disagio perche' e' chiaro che le persone che non lavorano e che sono senza reddito arriveranno alla disperazione''. Ad affermarlo e' il Segretario generale della Cisl, Raffaele Bonanni, che ieri e' tornato a sollecitare i partiti a dare un ''segnale forte per dire agli italiani che non si sta scherzando'', annunciando anche di voler chiedere a sindacati e imprenditori, in occasione del prossimo appuntamento di sabato a Torino organizzato da Confindustria, un lavoro comune per fronteggiare questa situazione di stallo. Secondo il Segretario generale della Cisl la possibile deriva sociale ''e'' un pronostico facile - ha detto ai microfoni de 'L'Economia prima di tutto' GR Rai - ed e' per questo che bisogna darsi da fare, essere concreti e trovare tantissime soluzioni per bloccare questa emorragia e creare nuove sorgenti di lavoro. Per farlo bisogna occuparsi dell'economia . Una situazione cosi' disastrosa assieme ad un 'non governo' del paese non giova ai mercati, anzi, e' un veleno''.

''Bisogna trovare una soluzione - dice Bonanni - per rassicurare i mercati altrimenti le cose peggioreranno.

Bisogna dare un segnale di attenzione nei confronti delle tante persone che rischiano di perdere il lavoro, i lavoratori atipici ed i non-standard che le aziende 'mollano' prima degli altri. Bisogna usare la leva fiscale per garantire quelle aziende che vogliono trasformare questi rapporti precari in rapporti stabili. Di contro bisogna recuperare denaro per sostenere la cassa integrazione in deroga e per questo manifesteremo il 16 sotto il Parlamento, altrimenti avremo altri disoccupati''.

''Ci sono troppi imbonitori, troppi populisti. E' ora di smetterla per un Paese che sta morendo di tante chiacchiere e di nessuna azione. Serve un governo presto, la mancanza di un governo ha un costo per il Paese'', afferma Bonanni e rivolgendosi ai parlamentari: ''Sono stati eletti, in una condizione drammatica, per governare il Paese e non per ricominciare i riti della Prima o, ancora peggio della Seconda repubblica'', conclude. red/mar

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Fi
Fi, Berlusconi ricoverato. Zangrillo: stress, a breve dimesso
Pd
Pd, Orfini: ok sostegno militanti ma sia senza rabbia
L.Bilancio
L.Bilancio, governo pone fiducia in aula Senato su art.1
Governo
Consultazioni Mattarella fino a sabato, chiudono Fi M5s e Pd
Altre sezioni
Salute e Benessere
Robot indossabile ridà capacità di presa a persone quadriplegiche
Enogastronomia
Domenica 11 dicembre Cantine aperte a Natale
Turismo
Con Volagratis Capodanno low cost da Parigi al Mar Rosso
Lifestyle
Giochi, Agimeg: nel 2016 raccolta supera i 94 miliardi (+7,3%)
Moda
Per Herno nuovo flagship store a Seoul
Sostenibilità
Roma, domani al via la terza "Isola della sostenibilità"
Efficienza energetica
Natale 2016, focus risparmio energetico e trionfo regalo Hi-tech
Scienza e Innovazione
Ricerca, da 2018 l'ERC tornerà a finanziare team multidisciplinari
Motori
Nuova Leon Cupra, più potenza e migliori prestazioni