giovedì 23 febbraio | 03:30
pubblicato il 20/giu/2011 21:12

Governo/ Bersani vede Maroni, ma momento verità sarà la manovra

Il segretario democratico convinto che la maggioranza non reggerà

Governo/ Bersani vede Maroni, ma momento verità sarà la manovra

Roma, 20 giu. (askanews) - Ancora un 'duetto' con Roberto Maroni, Pier Luigi Bersani non molla la presa sulla Lega, pur precisando che Pd e Carroccio sono "alternativi", ma il segretario democratico è convinto che il momento della verità possa essere in autunno, al momento del varo della manovra. "In tempi non lunghi la crisi del centrodestra arriverà alla sua maturazione", ha detto oggi arrivando al dibattito sulla sicurezza con Maroni. "Non sarà una manovra di palazzo ma siamo molto avanti nella disgregazione di questa maggioranza". La finanziaria quest'anno sarà lacrime e sangue, e per Bersani i miliardi complessivi da recuperare saranno 50-55, non 40 come dice Giulio Tremonti. Tanti soldi, troppi, secondo il leader Pd, perché la maggioranza possa reggere. Del resto, le parole pronunciate ieri da Umberto Bossi e la chiacchiera con Maroni di oggi hanno persuaso Bersani che la Lega in questo momento non si sgancia da Silvio Berlusconi. Bossi ieri è stato chiaro: "Se togliamo la fiducia vince la sinistra". Il Pd continua a 'tentare' il Carroccio, Bersani ripete che "il federalismo si fa anche senza Berlusconi" e che il Pd sulla legge elettorale sarebbe pronto a discutere. Ma, di fatto, il Pd ha ormai capito che il Carroccio non lascerà mai la maggioranza attuale senza avere pronto un piano 'B' che, al momento, il Pd non può garantire. Ma se il bis del '94 al momento è improbabile, ciò non significa che il centrodestra possa superare indenne la manovra. Oggi Maroni, al dibattito con Bersani, ha sottolineato che secondo lui, per esempio, i "tagli lineari" non sono la scelta migliore, che "un Governo può porre delle priorità" e che, inutile dirlo, la sicurezza è una "priorità". Insomma, Maroni sembra preannunciare delle rivendicazioni al tavolo della prossima manovra. Cosa che, è facile prevedere, faranno anche gli altri ministri. D'altro canto, una crisi sulla manovra difficilmente porterebbe a elezioni immediate, tanto più dopo il richiamo di Moody's. Giorgio Napolitano ha già l'hanno scorso agito in maniera incisiva per evitare che l'Italia andasse all'esercizio provvisorio e rischiasse di finire sotto l'attacco della speculazione e certamente sarebbe pronto a fare altrettanto il prossimo autunno. Foerse anche per questo Bersani ha cominciato a 'picchiare' su Tremonti: il ministro dell'Economia, per il segretario Pd, non può affatto chiamarsi fuori dal giudizio che Moody's ha dato, è lui che ha fatto la politica economica del Governo in questi anni e non sarebbe certo l'uomo migliore per guidare un dopo-Berlusconi. Chissà se in questa posizione c'entrano qualcosa anche i buoni rapporti con Maroni, rivale di Tremonti per la guida di un ipotetico nuovo governo di centrodestra. E, in attesa della manovra, l'ala romana e meridionale del Pdl è giù sul piede di guerra per la storia dei ministeri e il voto di domani sugli ordini del giorno presentati dal Pd potrebbe far registrare una bocciatura clamorosa delle richieste leghiste. Niente che possa, da solo, far cadere il Governo, ma certo si tratterebbe di un altra crepa nel centrodestra.

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Campidoglio
Grillo: entro due giorni Raggi risolve questione di stadio Roma
Centrosinistra
Entro sabato gruppi ex Pd, pressing per convincere parlamentari
Roma
Grillo: Roma una bomba atomica, che pretendete da M5s?
Governo
Renzi: governo fa cose importanti ma se ne parla poco
Altre sezioni
Salute e Benessere
Carnevale, allarme dermatologi: attenzione a trucchi e maschere
Motori
Man lancia due iniziative per salute e sicurezza degli autisti
Enogastronomia
150 ettari oliveto sul mare a Menfi, prende vita progetto Planeta
Turismo
Boom degli affitti brevi in ambito turistico e non solo (+30%)
Energia e Ambiente
Una legge per istituire la Giornata del risparmio energetico
Moda
A Londra apre una mostra su Lady Diana, icona della moda
Scienza e Innovazione
Nasa: scoperti sette esopianeti simili alla Terra
TechnoFun
La Cina leader nel mondo delle app per abbellire i selfie
Sistema Trasporti
Da UNRAE protocollo costruttori-scuole per formare autisti hi-tech