lunedì 05 dicembre | 13:43
pubblicato il 08/lug/2011 21:39

Governo/ Berlusconi spiazza Terzo polo. Ronchi-Urso verso Misto

Fli teme restare isolata da Udc. Nel Pdl tensione per sortita

Governo/ Berlusconi spiazza Terzo polo. Ronchi-Urso verso Misto

Mirabello (Fe), 8 lug. (askanews) - Basta che Silvio Berlusconi candidi a mezzo stampa Angelino Alfano alla premiership del 2013, facendo poi parziale retromarcia, che nel Pdl si attiva un meccanismo pericoloso e capace di metterne a rischio la stabilità. Ma non basta. Le parole del premier non lasciano indifferenti i centristi dell'Udc e mettono in difficoltà il Terzo polo, attivando reazioni a catena. Se infatti nel Pdl Roberto Formigoni, indispettito dall'uscita del premier, reclama le primarie, c'è chi nel popolo della libertà legge l'uscita berlusconiana come il tentativo di 'indebolire' ulteriormente Giulio Tremonti, provando a sostenere la nuova figura del segretario a scapito di un altro potenziale aspirante alla successione. E però altri big del partito rilevano come il Cavaliere di certo non abbia messo in una posizione comoda il pupillo che da qualche giorno veste il ruolo di delfino. Tanto che è lo stesso segretario, da Mirabello, a frenare, ribadendo che nel 2013 sarà ancora Berlusconi a correre per Palazzo Chigi, aprendo nel contempo all'ipotesi di primarie per regolamentare il 'dopo Cav' al governo. Ma la sortita del Presidente del Consiglio ha anche l'effetto di innervosire il Terzo polo. Di buon mattino è Italo Bocchino prima, Roberto Menia poi a salutare positivamente l'annunciato passo indietro di Berlusconi. Senza il Cavaliere, dicono da Fli, sono possibili convergenze con il Pdl. Per qualche ora sembra ritornare lo slogan pre 14 settembre e l'invocato atto di generosità di Berlusconi. Ma il vero timore dei futuristi è che un'eventuale cantiere per il Ppe italiano, guidato dal Pdl, possa 'allettare' l'Udc e isolare ancor di più il partito di Fini. Ma i centristi, almeno nelle dichiarazioni ufficiali, restano freddi. Intanto i futuristi si preparano a salutare Andrea Ronchi e Adolfo Urso. Secondo alcune fonti le dichiarazioni di Berlusconi e di Alfano avrebbero accelerato il processo di divaricazione, che potrebbe concretizzarsi già la prossima settimana con l'addio al gruppo di Futuro e libertà e il passaggio al misto. Di cero Ronchi e Urso considerano ormai segnato il percorso e studiano il momento giusto per annunciare l'uscita da Fli.

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Riforme
Referendum, Di Maio: da domani al lavoro per futuro governo M5s
Riforme
Referendum, Renzi: ho perso io e mi dimetto, ma senza rimorsi
Riforme
Referendum,Si:respinti rappresentanti no a scrutinio voto estero
Riforme
Referendum, Grillo: addio Renzi, ha vinto la democrazia
Altre sezioni
Salute e Benessere
Sifo: in Italia 4 milioni di depressi. Ma solo 1 su 3 si cura
Enogastronomia
Festa a Roma con Heinz Beck per i 30 anni del Gambero Rosso
Turismo
Turismo, Franceschini: il 2017 sarà l'Anno dei Borghi
Lifestyle
Yocci, il Re della Torta di Carote e... il modo di essere
Moda
Gli angeli sexy di Victoria's Secret sfilano a Parigi
Sostenibilità
Smart City, modello Milano grazie a ruolo utilities
Efficienza energetica
Pesticidi: una minaccia per le api, colpito anche l'olfatto
Scienza e Innovazione
Ministeriale Esa, Battiston (Asi): l'Italia è molto soddisfatta
Motori
Audi A3 compie 20 anni, 3 generazioni e 4 milioni di esemplari