lunedì 27 febbraio | 13:00
pubblicato il 02/feb/2011 20:15

Governo/ Berlusconi: No a patrimoniale, è un gigantesco esproprio

Problema è debito pubblico frutto anni consociativismo

Governo/ Berlusconi: No a patrimoniale, è un gigantesco esproprio

Roma, 2 feb. (askanews) - "Il nostro problema principale è il debito pubblico enorme ereditato dai governi del passato. Questo debito e' stato moltiplicato otto volte, dal 1980 al 1992, dalle vecchie forze politiche, con i comunisti in primo piano". Lo afferma al Tg1 il premier Silvio Berlusconi. "Negli anni del cosiddetto consociativismo - aggiunge - si è prodotto questo fenomeno negativo e adesso queste vecchie forze si stanno di nuovo coalizzando e hanno in mente una sola idea, sempre la stessa: tassare gli italiani. E questa volta - osserva ancora il presidente del Consiglio - lo vogliono fare con una gigantesca imposta patrimoniale sugli immobili che rappresentano un gigantesco esproprio: ma noi non consentiremo che questo avvenga".

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Pd
Renzi: D'Alema non ha mai digerito rospo, scissione Pd colpa sua
Dp
Rossi: noi fermeremo Grillo, alleanza con Pd se vince Orlando
Governo
Governo, Alfano: non va stroncato per vicenda interna al Pd
Governo
Renzi: no polemiche, governo deve guidare l'Italia fino a elezioni
Altre sezioni
Salute e Benessere
Fibrosi polmonare idiopatica, al Gemelli seminario internazionale
Motori
L'agricoltura del futuro: Case IH presenta il trattore autonomo
Enogastronomia
Viticoltura vegan cresce: in 2016 +36% richieste certificazione
Turismo
Boom degli affitti brevi in ambito turistico e non solo (+30%)
Energia e Ambiente
Progetto Life-Nereide: asfalto silenzioso da materiale riciclato
Moda
Nuova linea ready-to-wear de La Perla: sensuali giacche corsetto
Scienza e Innovazione
Esa, Vega: nel 2018 opportunità di volo per minisatelliti multipli
TechnoFun
Google crea strumento intelligenza artificiale anti-trolls
Sistema Trasporti
Da UNRAE protocollo costruttori-scuole per formare autisti hi-tech