venerdì 24 febbraio | 05:12
pubblicato il 16/nov/2011 20:51

Governo/ Berlusconi 'benedice' Monti e rispolvera 'Pdl azienda'

E in privato ragiona su intervento Aula e grande manifestazione

Governo/ Berlusconi 'benedice' Monti e rispolvera 'Pdl azienda'

Roma, 16 nov. (askanews) - Con Mario Monti siamo in buone mani, è un governo di alto profilo tecnico. Quanto alla Lega, non è la fine di una storia. Riunendo l'ufficio di Presidenza del Pdl, il premier Silvio Berlusconi sceglie di tranquillizzare lo stato maggiore di un partito, il Pdl, ancora sotto choc per la caduta del Cavaliere e l'ascesa del Professore a palazzo Chigi. L'ultimo riunione era servita a piegare le ultime resistenze pidielline rispetto alla nascita del governo Monti, fronteggiando i malumori degli ex An e di una parte della componente socialista nell'esecutivo. Stavolta l'ufficio di presidenza serve a commentare l'avvio dell'esperienza a Palazzo Chigi dell'ex commissario Ue, che Berlusconi giudica molto positiva: Monti ha dato vita a un governo di "alto profilo", con lui siamo "in buone mani" e "collaboreremo". Certo, precisa Angelino Alfano, "sostenere il governo Monti non significa rinunciare alle proprie idee, rinunciare al bipolarismo e a una idea di Italia che abbiamo sempre avuto e che abbiamo in parte realizzato". Ma il via libera all'esecutivo tecnico guidato da Monti va di pari passo con il desiderio che con il Carroccio 'furente' si possa andare avanti, all'insegna "dell'amicizia di sempre". Sarà il Pdl, sua creatura, a dover tornare a fare politica da protagonista, guidata da un Berlusconi "tornato a fare il manager" che lavorerà per rilanciare il primo partito d'Italia: "Il Pdl deve diventare come una grande azienda alla conquista dello spazio perduto sul mercato". Come è tutto da stabilire, ma Berlusconi ha un paio di idee. Nessuna delle due esplicitate nel corso dell'ufficio di Presidenza. La prima è quella di intervenire già venerdì alla Camera, in occasione della fiducia a Monti, per mostrare che l'era Berlusconi non è terminata e l'ormai ex premier anche plasticamente resta in pista. L'altra, per ora 'congelata', è una grande manifestazione nazionale - sul modello di quelle del 2 dicembre - da tenere al termine dei congressi del partito. Con quale parola d'ordine lo diranno le prime settimane del governo Monti.

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Sinistra
Scotto: nuova forza di sinistra con ex Pd, con noi 17 ex Si
Pd
Renzi: in California cerco idee anti-populisti
Aborto
Aborto, senatori Pd: ora legge per concorsi medici non obiettori
Ue
Mattarella:Ue ha valore irreversibile, da crisi uscirà più forte
Altre sezioni
Salute e Benessere
Tribunale malato: per 1 medico su 3 troppo poco tempo per paziente
Motori
Man lancia due iniziative per salute e sicurezza degli autisti
Enogastronomia
Ricerca Gfk: l'identikit dei nuovi consumatori al supermercato
Turismo
Boom degli affitti brevi in ambito turistico e non solo (+30%)
Energia e Ambiente
Scoperta una nuova specie di mammifero: lo scoiattolo meridionale
Moda
A Londra apre una mostra su Lady Diana, icona della moda
Scienza e Innovazione
I 7 gemelli della Terra: il parere dell'astronauta Maurizio Cheli
TechnoFun
Internet of Things: dopo la "nuvola" si studia la "nebbia"
Sistema Trasporti
Da UNRAE protocollo costruttori-scuole per formare autisti hi-tech