mercoledì 18 gennaio | 07:28
pubblicato il 11/gen/2013 17:50

Governo: Barca, io ministro con Bersani? No preferisco impegno partito

Governo: Barca, io ministro con Bersani? No preferisco impegno partito

(ASCA) - Roma, 11 gen - ''Faccio il tifo per Bersani, spero che ci sia un governo stabile e che Bersani e Vendola raggiungano la maggioranza sia alla Camera che al Senato''. Lo afferma Fabrizio Barca, ministro per la Coesione Territoriale, a La Zanzara su Radio 24. ''Il paese -aggiunge- ha bisogno di un governo certo e quello con Pd e Sel sarebbe un governo piu' stretto in termini di coesione. Hanno entrambi tutte le carte in regola per governare''. Ha sbagliato Monti a chiamare conservatore Vendola? chiedono i conduttori. ''Si', ha sbagliato. Vendola -dice Barca- non e' un conservatore ma un innovatore che ha ben governato. E ha sbagliato anche su Fassina. Una parola simile a quella 'silenziare' l'ha detta anche Berlusconi...''. Lei farebbe il ministro per un governo Bersani? ''Non faro' campagna elettorale - conclude Barca a Radio 24 - ma dopo voglio impegnarmi nella politica, in un partito. Credo sia incompatibile con un ruolo ministeriale''. Ma quale partito? chiedono i conduttori. ''Non ho ancora deciso, uno dei due della sinistra, il Pd o Sel''.

In un certo senso sorprendente un giudizio positivo su Berlusconi.

Alla domanda se abbia un merito secondo lui Berlusconi, Barca ha risposto: ''Il merito lo vedo nella sua attivita' di imprenditore, l'ho raccontato spesso all'estero. Ha il merito di aver ribadito che in Italia gli imprenditori non sono quei 5 o 6 che si sono autoproclamati re dell'Italia, ma che lui e' venuto fuori dal nulla e fuori dall'establishement. Si e' costruito da solo, anche in politica. Altri erano stati massacrati dalle piccole cerchie. Questa cosa la sinistra non l'ha capita per molti anni''. Poi Barca rivela: ''Fu Berlusconi a promuovermi capo dipartimento dell'Economia, e dopo mi chiese se era vero che ero comunista. Gli dissi di si', che era una malattia di famiglia incurabile. Si opponeva Fini alla mia nomina. Non fu di ostacolo Berlusconi, gli ho sempre visto uscire lo spirito imprenditoriale che valuta le capacita' delle persone. Mentre a sinistra molti mi rimproverarono quella promozione e di aver lavorato con lui e Tremonti. Ma un funzionario deve lavorare a prescindere dal colore del governo''. com-min

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Quirinale
Mattarella da oggi in Grecia in visita ufficiale
Nato
Mattarella:Nato straodinariamente importante per pace e sicurezza
M5s
Nasce Sharing Rousseau, Di Maio: "Intelligenza collettiva M5s"
Ue
Presidenza Europarlamento: al ballottaggio Tajani e Pittella
Altre sezioni
Salute e Benessere
Salute: nuovi Lea in arrivo. In vigore dopo pubblicazione su G.U.
Motori
Moto, Ducati e Diesel insieme per una Diavel post-apocalittica
Enogastronomia
Nel 2016 consumi alimentari fuori casa +1,1%, domestici -0,1%
Turismo
Nel 2016 Roma è stata la meta italiana preferita dagli europei
Energia e Ambiente
L'Enel porta energia "verde" all'ambasciata italiana di Abu Dhabi
Moda
Moda, nasce Brandamour, nuovo polo del lusso Made in Italy
Scienza e Innovazione
Nell'Universo ci sono almeno due trilioni di galassie
TechnoFun
Rischi del web, ecco le 8 truffe che colpiscono gli italiani
Sistema Trasporti
Dal 26 marzo al via i nuovi voli da Milano-Malpensa