domenica 22 gennaio | 11:45
pubblicato il 21/lug/2011 09:24

Governo/ Avvenire: Dopo voto su Papa è a un passo dalla rottura

Ma manca alternativa sufficientemente condivisa,il Paese rischia

Governo/ Avvenire: Dopo voto su Papa è a un passo dalla rottura

Roma, 21 lug. (askanews) - Dopo il doppio voto a scrutinio segreto di ieri del Parlamento che ha autorizzato l'arresto del deputato Pdl Alfonso Papa e respinto la richiesta di arresti domiciliari per il senatore Pd Alberto Tedesco grazie soprattutto ai voti dei parlamentari leghisti "determinanti" in entrambi i casi con un "presente e attivissimo a Roma Roberto Maroni ed un Umberto Bossi assente", ora "è ormai evidente" che la maggioranza di Governo "si avvicina alla rottura, mentre non sembra presentarsi un'alternativa convincente e sufficientemente condivisa", seppure "formalmente il voto parlamentare non ha riguardato la fiducia al Governo". Lo scrive oggi il quotidiano della Cei 'Avvenire' in un editoriale dal titolo "Nessuna festa a Palazzo", dedicato alla tesissima e campale giornata parlamentare di ieri. "In una fase assai complessa soprattutto per le minacce a intermittenza continuano a venire dai mercati internazionali il rischio di un governo debole e rissoso e di un'opposizione divisa e barricadera - denuncia fra l'altro il quotidiano dei Vescovi italiani - si fa sempre più concreto". Mentre "il sussulto di responsabilità collettiva che aveva caratterizzato la rapidissima approvazione della manovra di stabilizzazione dei conti pubblici sembra ormai archiviato". E "la lotta politica pare ritornata alla consuetudine dello scontro e della delegittimazione reciproca, che un pò si specchia e un pò si alimenta nel distacco e addirittura nell' ostilità popolare nei confronti dell'attuale classe politica e delle stesse istituzioni". "Ora si tratta di vedere se, chiusa come si è chiusa la vicenda dei due parlamentari, si cercherà - conclude l'editoriale di 'Avvenire' firmato da Sergio Soave - di rimettere in primo piano questioni e problemi gravi che affannano Paese e cittadini o se invece la deriva autolesionistica ed autoreferenziale della politica si dimostrerà inarrestabile". E "purtroppo gli avvenimenti di queste ore non inducono all'ottimismo".

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Pd
Guerini: Bene Prodi. Ora il Mattarellum, è lo strumento migliore
Parma
Pizzarotti: mi ricandido, non lascio un buon lavoro a metà
Altre sezioni
Salute e Benessere
Asma e Bpco, 15% italiani soffre malattie respiratorie persistenti
Motori
John Lennon, all'asta la sua Mercedes-Benz 230SL Roadster
Enogastronomia
Formaggi, yogurt, mozzarelle: ora obbligatorio indicare l'origine dellatte
Turismo
Via in Uruguay i 40 giorni del carnevale, il più lungo del mondo
Energia e Ambiente
Pericolo estinzione per il 60% di tutte le specie di primati
Moda
Moda Parigi, l'eleganza rilassata dell'uomo Louis Vuitton
Scienza e Innovazione
Spazio: da Cassini primo piano per Dafni, piccola luna di Saturno
TechnoFun
Cyber attacchi, dal 2001 in Italia hackerati 12mila siti web
Sistema Trasporti
Confermato avvio lavori di interconnessione tra Brebemi e A4