martedì 21 febbraio | 10:57
pubblicato il 21/feb/2014 19:39

Governo: Alfano resta al Viminale ma non e' piu' vicepremier (SCHEDA)

Governo: Alfano resta al Viminale ma non e' piu' vicepremier (SCHEDA)

(ASCA) - Roma, 21 feb 2014 - Angelino Alfano mantiene la guida del Viminale, anche se, nel passaggio dal governo Letta a quello Renzi, lascia la carica di vicepremier. Classe 1970, Alfano, nato ad Agrigento, laureato in giurisprudenza presso l'Universita' Cattolica del Sacro Cuore di Milano, ha iniziato la sua esperienza politica con la Democrazia Cristiana, per la quale e' stato, tra l'altro, segretario provinciale del Movimento giovanile DC di Agrigento. Nel 1994, a seguito della trasformazione della DC nel PPI, decide di aderire al neonato partito Forza Italia.

Nel 1996 si candida con Forza Italia ed e' eletto nel collegio di Agrigento deputato all'Assemblea Regionale Siciliana nella XII legislatura. Dal 2000 e' capogruppo di FI all'Ars. Viene successivamente eletto alla Camera nel 2001, nelle elezioni vinte dalla coalizione di centrodestra, e assume l'incarico di vicepresidente del Comitato per la Legislazione.

Dal 2005 e' coordinatore regionale di Forza Italia in Sicilia e nelle elezioni politiche del 2006, che vedono la vittoria dell'Unione di Romano Prodi, Alfano, eletto nuovamente alla Camera, diviene componente della commissione Bilancio di Montecitorio. Ancora deputato nel 2008, e' considerato da Silvio Berlusconi uno dei giovani emergenti del partito e dall'8 maggio dello stesso anno e' Ministro della Giustizia. Con i suoi 37 anni e' il piu' giovane Ministro della Giustizia della storia repubblicana. Il suo primo provvedimento e' stato il cosiddetto 'lodo Alfano', legge approvata il 22 luglio del 2008 che prevede la sospensione dei processi a carico delle quattro piu' alte cariche dello Stato per l'intera durata del loro mandato. La legge e' poi stata dichiarata illegittima dalla Corte costituzionale nell'ottobre 2009. Il 27 luglio 2011 Alfano si dimette dalla carica di Guardasigilli per ricoprire quella di segretario del Pdl. Alle ultime elezioni e' stato eletto (per la quarta volta) deputato.

Dopo la nascita della formazione politica del Nuovo Centrodestra, nato da una costola del Pdl, Alfano ne prende la guida pur non lasciando i suoi incarichi al Viminale e alla vicepresidenza del Consiglio nel governo guidato da Enrico Letta. Nel corso del suo incarico di ministro e' stato investito dalle polemiche legate al cosiddetto Caso Shalabayeva.

gc/vlm

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
M5s
Vertici M5s a Roma, possibile incontro Grillo-Raggi in Campidoglio
Pd
Enrico Letta: Pd non può finire così, attonito da cupio dissolvi
Pd
Ultime ore per arginare la scissione nel Pd, occhi su Emiliano
Pd
Pd, Rossi: nasceranno nuovi gruppi parlamentari pro governo
Altre sezioni
Salute e Benessere
Ordini Medici: pubblicità sanitaria selvaggia è allarme sociale
Motori
BMW presenta la nuova Serie 5 berlina
Enogastronomia
Verona Fiere, Evoo Days, al via il primo forum per filiera olio
Turismo
Lourdes, destinazione turistica a 360 gradi
Energia e Ambiente
Premio ai Vigili del fuoco per i voli su Amatrice e Rigopiano
Moda
Moda New York, la donna bon ton secondo Carolina Herrera
Scienza e Innovazione
Onde gravitazionali, inaugurato a Cascina l'Advanced Virgo
TechnoFun
Eutelsat a quota 1000 canali HD trasmessi su propria flotta
Sistema Trasporti
Ibar, Usa e Cina ancora al top per i voli dall'Italia