domenica 11 dicembre | 15:14
pubblicato il 27/dic/2013 17:39

Governo: Alfano, Renzi condiziona? Per noi priorita' e' lavoro

Governo: Alfano, Renzi condiziona? Per noi priorita' e' lavoro

(ASCA) - Roma, 27 dic - ''Per noi la priorita' e' il lavoro e crediamo che questo non possa essere condizionato e per sviluppare al meglio la possibilita' di aumentare posti di lavoro, proponiamo due ricette: la semplificazione delle regole del mercato del lavoro e soprattutto la semplificazione della burocrazia''. Lo afferma ai microfoni del Tg1 (in onda stasera alle 20), il ministro dell'Interno Angelino Alfano rispondendo ad una domanda sul contratto di governo e sugli eventuali condizionamenti dell'agenda da parte di Renzi.

''Chi vuole aprire attivita' commerciali o imprenditoriali in Italia - spiega Alfano - non deve chiedere una autorizzazione allo Stato o agli enti pubblici; gli enti pubblici devono potere controllare che i nostri concittadini abbiano rispettato le leggi, ma bisogna subito potere avviare le attivita' commerciali investendo capitali privati nelle attivita' economiche''.

com-ceg

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Governo
## Renzi si ritira, "Doloroso, ma necessario"
Governo
Renzi al Pd esclude restare,Gentiloni tiene ma partita non chiusa
Governo
Al via totoministri, possibili conferma Boschi e arrivo Fassino
Governo
Di Maio:no M5s altri governi,Renzi dovrebbe sparire da politica
Altre sezioni
Salute e Benessere
Orecchie a sventola, clip rivoluziona intervento chirurgico
Enogastronomia
Furono i sardi i primi a produrre vino nel Mediterraneo
Turismo
Confesercenti: alberghi prenotati al 75% per Ponte Immacolata
Lifestyle
Giochi, Agimeg: nel 2016 raccolta supera i 94 miliardi (+7,3%)
Moda
Per Herno nuovo flagship store a Seoul
Sostenibilità
All'Isola della Sostenibilità il mondo dell'economia circolare
Efficienza energetica
Natale 2016, focus risparmio energetico e trionfo regalo Hi-tech
Scienza e Innovazione
Le tecnologie spaziali che aiutano la sostenibilità
Motori
Flash Mob ai Fori per Amatrice con la Ferrari del record in Cina